Helicopter Money per sconfiggere la crisi da Coronavirus: quanto c’è di davvero fattibile nelle parole di Trump.

Trump ipotizza di rispolverare una teoria risalente alla fine degli anni ‘60 per fronteggiare la carenza di liquidità dovuta al Coronavirus.

Una teoria mia utilizzata fino ad ora per via delle sue imprevedibili conseguenze, che vanno dall’aumento generale dei prezzi ai cittadini che preferisco mettere i soldi da parte piuttosto che spenderli, rendendola inefficiente.

Milton Friedman.

Cos’è l’helicopter Money.

L’Helicopter Money è una proposta di politica monetaria non convenzionale, teorizzata sotto forma di parabola da Milton Friedman, nel 1969. La parabola (appunto narrata come se i soldi venissero fisicamente lanciati da un elicottero) era mirata ad illustrare gli effetti di una possibile “iniezione di liquidità” da parte dello stato direttamente nelle tasche dei cittadini. Questa proposta, naturalmente, include che la zecca del suddetto stato stampi più soldi, così da mantenere un certo livello di liquidità anche nelle tasche del governo. Solitamente questa teoria viene suggerita come alternativa al Quantitative Easing (QE), ovvero l’acquisto (da parte di un ente come una banca centrale) di titoli di stato o altre attività finanziare, quando l’economia è in una “trappola” della liquidità. Milton Friedman, a suo tempo, la descrisse con queste parole “Supponiamo adesso che un giorno un elicottero sorvoli questa comunità e lanci 1000 dollari dal cielo, che, ovviamente, verrebbero frettolosamente raccolti dai membri della comunità. Supponiamo inoltre che tutti siano convinti che questo è un evento unico e che non sarà mai ripetuto”.

L’idea dell’amministrazione Trump.

Il segretario al tesoro degli Stati Uniti d’America, Steven Mnuchin, durante un briefing sul Coronavirus ha annunciato che è sul tavolo l’ipotesi di distribuire direttamente denaro ai cittadini “pensiamo di inviare immediatamente assegni agli americani […] Gli americani hanno bisogno di contanti ora.” Specificando poi che con “immediatamente” si intende nell’arco di due settimane. A mettere il carico da cento è stato poi lo stesso presidente Donald Trump, che si è mostrato positivo su una rapida ripresa  e ha addirittura previsto un prossimo balzo per l’economia americana, facendo volare alle stelle Wall street.

Donald Trump, ma penso lo sappiate già.

Quanto c’è di vero.

Molti statisti pensano che le parole dell’amministrazione Trump siano prive di fondamento, e volte solo a dare una “botta” di positività all’economia. Eppure, non è da sottovalutare che se gli USA dovessero mettere in pratica l’idea, sarebbe la prima volta al mondo che viene utilizzato l’Helicopter money. Per tutelare la Fed, Federal Reserve, ovvero la banca Centrale americana, (nonché l’ente che dovrebbe attuare l’iniezione di liquidità) il tesoro fornirà inizialmente 10 miliardi di dollari, prelevati dai proventi dell’Exchange Stabilization Fund (un fondo di emergenza) che conta su 94 miliardi di dollari.Non possiamo sapere con esattezza come andranno le cose, ne tantomeno quanti soldi verranno destinati ad ogni cittadino, però questa situazione è una situazione ottimale per un helicopter money. Solitamente, nei periodi di recessione l’helicopter money è sempre stato scartato in quanto un iniezione di liquidità avrebbe fatto aumentare i prezzi dei beni, vanificando l’incremento di denaro nelle tasche dei cittadini. Ma questo che stiamo vivendo è un blocco dell’economia, non una recessione.

Camillo Cipolla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X