fbpx

Il nuovo mondo del banking: nel 2019 il servizio bancario è vario ed offre moltissime soluzioni

In un mondo guidato sempre di più dalla tecnologia, anche le banche, o meglio, le società che offrono servizi finanziari di tipo bancario, sono in continua evoluzione.

Il concetto tradizionale di banca è stato superato con l’avvento della tecnologia, dove il luogo fisico che rappresenta l’istituto di credito nel quale viene svolta attività di intermediazione finanziaria si è visto trasformato in un luogo astratto all’interno del web: l’attività svolta è la stessa ma supportata da numerosi servizi ausiliari, i quali alcune volte diventano l’attività principale subordinando la bancaria. Questa nuova concezione di banca non ha assetto statico, che infatti può variare dinamicamente in base all’interpretazione che le si dà: Revolut, Yap e N26 ne sono tre esempi.

Revolut (UK)

Vlad Yatsenko e Nikolay Storonsky sono gli ideatori della start-up Revolut, lanciata nel luglio 2015 sull’acceleratore tecnologico Level39 a Canary Wharf (Londra). É una società FinTech, ovvero fornisce prodotti e servizi finanziari attraverso le più avanzate tecnologie dell’informazione (ICT), e nel dicembre 2018 ha ottenuto dalla Banca Centrale Europea una licenza bancaria europea ufficiale diventando a tutti gli effetti una banca online. Sempre a portata di smartphone, tramite un’app mobile offre una gamma di servizi bancari digitali rivolti a chi ha bisogno dell’efficienza del servizio di una banca con la comodità dell’app:

  • Trasferimento di denaro all’estero in 29 valute.
  • Una carta di debito prepagata che consente il prelievo di bancomat in 120 paesi.
  • Uno scambio di criptovaluta che consente agli utenti di convertire valute in Bitcoin, Litecoin, Ethereum, Bitcoin Cash o XRP.
  • Salvadanai dove accumulare risparmi (i Revolut Vaults) per il budget e il risparmio di denaro, cashback in poche parole.
  • Cellulare e assicurazione medica all’estero.

L’offerta di account Revolut è ampia, ed è formata dagli standard, dove gli utenti ottengono un account corrente nel Regno Unito gratuito e un account IBAN in euro gratuito con 0 commissioni per lo scambio in 24 valute, fino a £ 5.000 al mese, con la probabiltà di prelevare fino a £ 200 al mese dai bancomat, o da piani di abbonamento mensili con soglie più elevate senza costi, nonché accesso istantaneo a criptovalute, cash back, viaggi e servizio di portineria. Revolut è attualmente disponibile solo in Europa, ma l’azienda ha in programma di espandersi presto in Nord America, Australia, Singapore e Hong Kong. In solo 4 anni di vita ha già raggiunto lo status di “tech unicorn”, termine usato per descrivere le start-up private del valore di oltre $ 1 miliardo/£ 740 milioni. A partire da marzo 2019, Revolut afferma di aver raggiunto 4,5 milioni di clienti ed è attualmente valutata a $ 1,7 miliardi, dati più recenti alla mano.

N26 (Spagna)

N26 è stata una delle prime banche totalmente basate su un’app, fondata nel 2013 a Berlino e lanciata nel 2015 dai fondatori Valentin Stalf e Maximilian Tayenthal. N26 è stata inizialmente lanciata in Europa, acquisendo oltre 2,5 milioni di clienti in 24 mercati differenti, tra cui il Regno Unito e l’Italia, dove è stata rilasciata alla fine del 2018. N26 mira a essere la prima banca globale per sole app e ha raccolto oltre $ 683 milioni in finanziamenti da alcuni dei migliori investitori al mondo. Registrarsi con N26 è relativamente semplice: è necessario essere residenti Italia ed avere più di 18 anni, e tutto viene completato tramite l’app per smartphone o l’app Web. Poiché N26 è una banca senza filiali, l’unico modo per utilizzarla è scaricare l’app tramite l’Apple Store o il Google Play Store. Sebbene N26 offra servizi bancari online per coloro che preferiscono l’utilizzo del PC, è necessario uno smartphone compatibile per completare il processo di configurazione. Dopo aver fornito una mail e scelto una password, dovrai creare un pin a 4 cifre che ti servirà per confermare le transazioni tramite le tue carte: N26 offre 3 tipi di account con diverse funzionaltà:

  • N26 Current Account: 0 costi di attivazione e abbonamento, 0 costi per spese all’estero, 1,7% di commisione sui prelievi bancomat, no sezione cashback, no key per accedere ad oltre 1000 lounge degli aeroporti nel mondo, no assicurazione di viaggio e protezione degli acquisti, no assistenza clienti dedicata e no offerte dei partner di N26.
  • N26 You: abbonamento di 4.90£ al mese, 0 costi di spese all’estero, 0 commissioni sui prelievi bancomat, 10 sezioni cashback dedicate, no key per accedere ad oltre 1000 lounge degli aeroporti nel mondo, no assicurazione di viaggio e protezione degli acquisti, no assistenza clienti dedicata e no offerte dei partner di N26.
  • N26 Metal: abbonamento da 14.90£ al mese, 0 costi di spese all’estero, 0 commissioni sui prelievi bancomat, 10 sezioni cashback dedicate, fornisce lounge key access a più di 1000 aeroporti nel mondo, assicurazione di viaggio e protezione degli acquisti, assistenza clienti dedicata e offerte dei partner di N26.

Con queste caratteristiche si presenta la prima app di online banking al mondo, attiva dal 2013 ed attualmente con un valore di 3,5 miliardi di $.

Hype e Yap (Italia)

Nel 2019 la comodità nell’effettuare operazioni bancarie è indispensabile, così da renderle pratiche, semplici e veloci. Direttamente dal nostro paese, ci sono due carte prepagate che possono semplificarti l’attività bancaria: Yap e Hype. La prima è un’iniziativa di NEXI S.p.A., società fondata a Milano nel 2017 da una serie di banche, mentre la seconda appartine alla Banca Sella, storica banca di Biella, in Piemonte. Yap ed Hype offrono un servizio simile, ma con delle differenze importanti dalle quali risulterà semplice scegliere a chi delle due affidarsi per una carta prepagata semplice ed efficiente.

  • YAP: carta prepagata MasterCard virtuale o fisica su richiesta, non è disponibile la domiciliazione bollette, accredito dello stipendio o pensione, ricevi denaro da altri utenti YAP o ricaricandola presso un punto SisalPay, bonifici solo in entrata (non è quindi possibile eseguire bonifici in uscita), richiedibile solo da maggiorenni, carta ottima per lo scambio di denaro tra amici. Presenta un plafond massimo di €1500, un limite di ricarica giornaliero di €400 da punto vendita SisalPoint, €500 da ATM abilitato e limite minimo di prelievo pari a €25, con limite massimo di €500. Il rilascio della carta è gratuito sia per la virtuale che per la fisica, ha costi di prelievo pari ad €1 in valuta Euro ed €4 in valuta estera. Il costo di ricarica è pari a 2,50€ tramite SisalPay, mentre è gratuita tramite bonifico, ATM o altre carte prepagate.
  • HYPE: carta prepagata dotata di IBAN e non collegata ad un conto, domiciliazione delle bollette e accredito dello stipendio (solo con Versione PLUS), ricevi denaro con bonifico, da un’altra carta, da un’altra HYPE, per contanti tramite Banca Sella, è intestabile anche a minorenni, è contactless e compatibile con Apple Pay. Presenta limiti di utilizzo in versione Start, mentre è perfetta in versione Plus, ideale per l’utilizzo medio e quotidiano. Presenta un plafond di ricarica massimo di €2500 sulla Start e €20.000 al mese e €50.000 annui sulla Plus. Limite di pagamento o trasferimento denaro di €999 sulla Start, nessun limite per la Plus. Limite di prelievo di €250 giornalieri per la Plus, €1000 sulla Plus. Completamente gratuita nella versione Start, €1 di canone mensile per la Plus, mentre tutte le operazioni sono gratuite in Italia e all’estero e non viene applicata nessuna commissione su operazioni con valuta differente dall’euro.

In base alle caratteristche appena descritte, Hype al momento offre sicuramente un servizio migliore rispetto a Yap, ma chissà se in futuro ci potrà essere un’inversione di rotta da parte della carta di NEXI.

Maurizio Fazzini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X