Huawei domina il mercato con una dual brand strategy ed un nuovo sistema operativo

Un colosso affermato da ormai qualche anno: con la strategia dual brand e l’invenzione di un nuovo sistema operativo, Huawei è determinato a raggiungere importanti obiettivi.

La decisione di Donald Trump di vietare alle società americane di utilizzare apparati di telecomunicazione prodotti da aziende straniere come Huawei e Zte, che potrebbero rappresentare una minaccia alla sicurezza nazionale, ha portato ad un inasprimento dei rapporti commerciali con la Cina. Huawei, d’altro canto, ha più volte dichiarato di essere ben organizzata per fronteggiare la decisione statunitense: fornisce ormai da tempo gli strumenti essenziali per il networking, adesso ancora più cruciali in ottica 5G, e sarà difficile per gli USA farne a meno.

La strategia dual brand

Nell’ultimo anno, Huawei, ha registrato un incremento delle vendite del 34% solo per gli smartphone, e costituisce una presenza sempre più minacciosa per i concorrenti, al punto da allarmare il cospicuo mercato americano: quelli che finora sono stati i due leader del settore, Apple e Samsung, ne risentono in modo particolare. La prima addirittura più della seconda a livello trimestrale, mentre i ruoli si invertono se si osserva l’intero anno.

Adesso Huawei mira a diventare il primo produttore di smartphone al mondo, e l’internet brand Honor, marca di smartphone di proprietà di Huawei, deve essere il secondo produttore di dispositivi mobile in Cina e il quarto su scala mondiale: questi sono gli obiettivi primari dell’azienda. Riservato inizialmente esclusivamente al mercato cinese, l’Internet brand Honor è cresciuto molto rapidamente conquistando quello mondiale, fino a classificarsi al secondo posto per volume globale delle vendite online con un aumento del 29,4% nel 2018 rispetto all’anno precedente.

L’azienda madre supporterà ancora Honor nello sviluppo di prodotti all’avanguardia continuando a investire nell’innovazione tecnologica, nella distribuzione e nella vendita al dettaglio, ma mantenendo una distinzione commerciale tra Honor e Huawei. E’ proprio il quartier generale di Huawei a sollecitare la competizione tra i due brand: i due marchi raggiungono così obiettivi individuali che fanno parte di una strategia comune.

Un nuovo sistema operativo

La strategia di Huawei punta inoltre sull’elemento novità: è stato annunciato ormai da qualche mese lo sbarco sul mercato di un nuovo sistema operativo che sembrava in grado potenzialmente di insidiare la posizione dominante su scala mondiale di Android e iOs.

Il nuovo sistema operativo permette di aggirare le sanzioni Usa che di fatto impediscono al colosso cinese delle telecomunicazioni di accedere al sistema Android.
HarmonyOs, o Hongmeng in cinese, è un sistema open source facile da utilizzare anche su differenti tipi di dispositivi, tra cui smartphone, orologi, auto, pc e tablet.
Si tratta di un sistema operativo basato su microkernel, distribuito e progettato per vari dispositivi , che sarà compatibile con l’intelligenza artificiale e si propone come eventuale sostituto dei sistemi già esistenti.
Infatti, se in futuro non dovesse essere possibile utilizzare Android, il passaggio ad HarmonyOS sarebbe conveniente e occorrerebbero solo due giorni.  
Secondo il CEO di Huawei Consumer Business Group, Richard Yu, nei prossimi tre anni il sistema, con capacità multipiattaforma, sarà utilizzato per un numero sempre maggiore di dispositivi intelligenti come gli smartwatch e i sistemi di controllo di bordo,

La scalata alla vetta

Combinare nuove strategie di marketing con un sistema operativo che possa essere utilizzato su un’ampia gamma di dispositivi e piattaforme e che possa soddisfare la domanda dei consumatori di bassa latenza e grande sicurezza: questo è l’impegno economico e tecnologico di Huawei, che per incoraggiare una più ampia adozione rilascerà HarmonyOS come piattaforma opensource in tutto il mondo.

Le parole di Yu, secondo cui Huawei è sull’orlo dell’ennesima svolta, e si impegnerà a trattare ogni giorno come un’opportunità per offrire un valore maggiore clienti, confermano che l’azienda non ha intenzione di arrestare la propria crescita.

Eleonora Taddei

1 commento su “Huawei domina il mercato con una dual brand strategy ed un nuovo sistema operativo”

  1. Articolo interessante, chiaro ed esplicativo che descrive le tappe cruciali di una sorprendente ascesa della società cinese Huawei. Complimenti alla scrittrice che con i suoi articoli interessanti continua a regalarci pillole preziose di conoscenza di tecnologie sempre in divenire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X