Inbound marketing: cos’è?

Come funziona? Quali sono i suoi campi di competenza? Ma soprattutto cos’è? Queste sono le domande più frequenti quando si parla di inbound marketing, in questo articolo cercherò di chiarire tale termine, di analizzare le sue funzionalità, i vantaggi che può apportare alla nostra impresa e la differenza che sussiste tra inbound ed outbound

Con l’avvento delle nuove tecnologie digitali, il sistema economico mondiale è mutato drasticamente e con esso anche il mercato del lavoro. Sono tantissimi i mestieri che cinquant’anni fa non esistevano mentre invece oggi sono necessari per il successo di un’impresa, ad esempio gli influencer ed il social media manager. Tutti questi cambiamenti hanno portato ad un mutamento della scena del mercato economico. Anni fa il protagonista indiscusso era l’impresa, poiché dettava la strategia di marketing da seguire, decidendo il prezzo del prodotto e la sua area di competenza, definendo il target di mercato. Oggi invece le strategie di mercato sono customer-center, ovvero volte al consumatore che diventa il vero protagonista del sistema economico, adesso il cliente ha un ruolo attivo nelle scelte delle imprese, ciò lo si può osservare anche dalla nascita di strategie volte a coinvolgere sempre di più il consumatore. A seguito di questo mutamento di ruoli sono nate due nuovi metodi per migliorare le vendite aziendali: L’outbound e l’inbound.

Cos’è l’outbound marketing?

L’outbound marketing è il metodo attraverso cui il marketing tradizionale soleva cercare nuovi clienti attraverso l’invio massivo di informazioni sui loro prodotti ad un vasto pubblico. In questo caso le imprese cercavano i consumatori, e per fare ciò utilizzavano ad esempio email promozionali, annunci pubblicitari il tutto generava però un effetto intrusivo, dal momento che era l’azienda a tampinare il cliente. L’outbound marketing è quindi caratterizzato da una comunicazione unidirezionale poiché è l’impresa che contatta le persone, che in questo caso non hanno un ruolo attivo. Questo metodo ha dei vantaggi e degli svantaggi. Se infatti da una parte, in certi casi, rappresenta la miglior alternativa per raggiungere una vasta clientela, dall’altra, oltre a essere grossa spesa per l’azienda, è difficile riuscire a calcolare il ROI, ritorno sull’investimento, non potendo conoscere il numero esatto delle persone che hanno ricevuto e letto gli annunci e i volantini stampati. Altro grande svantaggio dell’outbound, diffusosi soprattutto in questi ultimi anni, viene rappresentato dall’innovazione tecnologica stessa, infatti oggi esistono filtri antispam e l’uso di estensioni per i browser come AdBlock che permettono ai clienti di limitare la presenza di avvisi pubblicitari indesiderati, rendendo inefficace questa strategia.

Cos’è l’inbound marketing?

L’enciclopedia Treccani definisce l’inbound marketing come: l’insieme di azioni pubblicitarie effettuate attraverso la promozione di contenuti di qualità, mediante per esempio blog o social network, rivolti a un pubblico selezionato e interessato alle attività proposte dall’azienda che conduce la campagna di marketing. Quindi esso rappresenta una strategia con cui l’azienda cerca di ampliare le vendite, in questo caso, contrariamente all’outbound, è il cliente che cerca l’azienda e non viceversa. L’inbound marketing sfrutta il rafforzamento della relazione con i clienti che sono già alla ricerca di informazioni sui prodotti o servizi che vende l’azienda. La comunicazione è bilaterale, poiché sia il consumatore che l’impresa svolgono un ruolo attivo, entrando in contatto l’uno con l’altro. Per svolgere al meglio il loro lavoro le strategie d’inbound marketing si avvalgono ad esempio del SEO, search engine optimization, del social media marketing e soprattutto del contenuto, fonte primaria del successo di una campagna promozionale di questo tipo, esso deve riuscire ad attrarre i clienti e ad invogliarli ad acquistare i prodotti pubblicizzati. Dopo aver definito il concetto di inbound marketing, appare spontanea una domanda: come si attua una strategia di questo tipo? Esistono 4 passaggi fondamentali da seguire per riuscire ad organizzare una strategia di successo e sono: attract, convert, close e delight. L’attrazione consiste nella creazione di contenuti pensati appositamente per le necessità e gli interessi del mercato target, distribuiti nel luogo e nel tempo corretti. Una volta che un utente è entrato nel sito entra in gioco la conversione che consiste nel trasformare un utente qualsiasi in un lead. Dopo aver fatto ciò occorre trasformare il lead in un vero e proprio cliente e questo avviene nella fase close, chiusura. Il processo però non termina con la vendita, è infatti necessario riuscire a mantenere i rapporti con i clienti e ciò è possibile permettendo ai clienti di scrivere delle recensioni o comunque facendo sentire il cliente partecipe del processo produttivo, quest’ultima fase è chiamata delight.

Vantaggi e svantaggi dell’inbound marketing

I vantaggi dell’inbound marketing coinvolgono tutte le imprese che utilizzano il web come piattaforma di comunicazione con i clienti. Essi possono essere riassunti in quattro punti fondamentali. Per prima cosa le nuove tecnologie permettono, sommate alle strategie di inbound, di riuscire a comprendere i gusti e le preferenze dei clienti, basandosi sull’osservazione delle ricerche da loro effettuate. Inoltre tali strategie permettono all’azienda di essere più visibile, infatti grazie al SEO utilizzando determinate parole chiave il cliente viene in contatto con il sito dell’impresa. Altri grandi vantaggi sono: la brandizzazione del marchio, che aumenta quanto più aumentano i clienti, e soprattutto l’aumento del ROI che deriva dall’inbound marketing. Per quanto riguarda gli svantaggi di queste strategie, sono davvero pochi e risolvibili facilmente, l’unica cosa che potrebbe essere più complicata è la necessità di avere una forte presenza social, questo fattore ormai lo si trova però in tutte le maggiori imprese mondiali.

Luca Cavedon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X