Product placement: il caso Stranger Things

Il product placement consiste nell’inserimento, pagato, di prodotti brandizzati o di identificatori di brand nei programmi trasmessi dai mass media ed è uno dei modi in cui i pubblicitari cercano di persuadere i consumatori

Questa pratica mira ad un aumento del riconoscimento del brand ma anche al miglioramento degli atteggiamenti nei confronti del brand stesso e rappresenta un tipo di promozione che evita il problema del “cambio del canale

Serie tv e pubblicità alternativa

Vi sono alcune aziende, quali ad esempio: Coca-Cola, Eggo, Chevrolet e Burger King i cui prodotti compaiono in Stranger Things, una serie tv ambientata negli anni ’80, originaria Netflix. Questo tipo di “pubblicità alternativa” viene definita product placement e rappresenta un tipo di comunicazione pull, che mira a posizionare un prodotto in modo quasi naturale in una produzione cinematografica o televisiva, uno spot, un video musicale o un videogame. Ma qual è la peculiarità di questa tecnica comunicazionale? essa risiede nel corso d’azione, ovvero: non agisce sulla sfera emotiva in maniera invasiva, autocelebrativa o autoreferenziale. La conseguenza di questo è che il product placement risulta essere accettato in miglior modo dal consumatore finale in quanto non intrusivo, permettendo però all’impresa, allo stesso tempo, di creare le associazioni mentali che più preferisce.

La collaborazione tra Coca-Cola e Stranger Things

Coca-cola, ad esempio, è presente in tutte le stagioni di Stranger Things. Infatti abbiamo modo di ritrovarla fin dalla prima stagione, quando Undici prova i suoi poteri in laboratorio, fino all’ultima stagione, ovvero la terza, quando avviene lo scontro finale nel centro commerciale con il Demogorgone. Qual è l’obiettivo di Coca-cola? attraverso questa serie televisiva, spera nel rilancio di uno dei suoi pochi fallimenti, ossia la bevanda New Coke. La bibita New Coke è entrata in commercio nel 1985, restando però sugli scaffali dei negozi per soli 79 giorni, poiché a causa dell’insoddisfazione dei consumatori, la compagnia fu costretta a rimettere in circolazione la ricetta originale. Coca-Cola spera adesso che, con la spinta nostalgica di Stranger Things, la New Coke possa avere una seconda chance grazie ad un lavoro di collaborazione, tra Netflix e Coca-che le vede impegnate nella promozione per ben 18 mesi. La compagnia ha distribuito circa 500 mila lattine di New Coke, acquistabili anche online. Hanno inoltre pensato anche a dei pacchetti di prodotti con design a tiratura limitata con il marchio Stranger Things.

Quali possibili rischi per il product placement?

Ci sono delle evidenze secondo cui il product placement può ritorcersi contro, ad esempio se il prodotto è usato da un personaggio antipatico, spiegato dal condizionamento valutativo o dalla teoria dell’equilibrio di Heider. Secondo la Teoria dell’Equilibrio la percezione tra noi, gli oggetti e gli altri tenderà ad uno stato di equilibrio, quindi, gradendo il marchio indossato dall’attore che ci piace o non amando il brand indossato dall’attore che non ci piace, i partecipanti creano uno stato di equilibrio. Un altro fattore che può portare il product placement a delle conseguenze negative è il fatto che alcuni spettatori a cui piace un programma e che lo guardano abitualmente potrebbero essere infastiditi da inserimenti commerciali. Non si sa quale sia realmente l’impatto del product placement rispetto alla pubblicità normale, a parte il fatto che il product placement può raggiungere quei soggetti che solitamente, di fronte ad una pubblicità, cambiano canale. In qualunque caso, il product placement è sicuramente win-win strategy, in quanto garantisce da un lato visibilità alle aziende e dall’altro una strategia comunicativa pull, non invasiva per il consumatore finale, che permette delle nuove ed interessati associazioni mentali.

Glenda Martina Corbo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X