Borsa italiana: cos’è realmente

Pensi davvero di sapere cosa sia una borsa? Come funziona, di cosa si occupa e da chi è amministrata? Andiamo ad analizzare nel dettaglio le borse, mettendo sotto la lente d’ingrandimento quella italiana.

Se prima non t’interessavi di finanza, adesso, nel periodo storico che stiamo vivendo, caratterizzato da blocchi e recessioni in campo economico è quasi impossibile non sentir parlare di borse, tanto vale provarci a capire qualcosa.

Definizione di Borsa

Perchè è così incredibilmente difficile capire cosa sia una borsa? E’ ora di sdoganare questo taboo a riguardo e comprendere appieno il suo funzionamento e il suo scopo, e soprattutto è ora di capire che la borsa, privata o pubblica che sia, si presenta come una qualsiasi società.  Il termine “Borsa” secondo l’enciclopedia Treccani, in economia si riferisce ad “un mercato organizzato e periodico, dove intermediari specializzati trattano contratti d’acquisto e vendita per determinati tipi di merci, servizi o strumenti finanziari”. Il nome comune di “borsa” invece deriva dalla famiglia “Van del Beursen”, la quale nel sedicesimo secolo rese il proprio palazzo a Bruges sede degli scambi. In Italia, prima del 1998 erano presenti svariate borse, le più note erano quella di Roma (dal 1802), quella Venezia (1630), e Milano (1808). nel 1998 le borse vennero privatizzate, e accorpate tutte in “borsa italiana”, che oggi ha sede a Milano, in Piazza Affari.

Borsa Italiana

Borsa italiana è una S.P.A (società per azioni) che si occupa della gestione del mercato finanziario italiano. Venne fondata nel 1808 a Milano, come borsa pubblica, ed è la nona più antica del mondo. Singolarmente è la 16esima al mondo per capitalizzazione, nel 2007 fu acquisita dal London Stock Exchange Group (borsa di Londra), e insieme formano il quarto gruppo più potente al mondo, se si parla di borse, in coda solo alle due borse americane (Nasdaq e  Nyse) e a quella giapponese. La sua capitalizzazione totale è di 644 Miliardi di €, con un peso per il 37,8 sul PIL del belpaese. Importante funziona della borsa, in ogni stato, è quella di quotare (oltre alle società) gli indici.

Indici

FTSE MIB è il maggiore indice della borsa italiana. Un indice è semplicemente un paniere che racchiude ed esprime sotto forma di media l’andamento delle 40 (nel caso nostro) maggiori società del paese, anche se hanno sede legale all’estero. Queste società insieme coprono l’80% degli scambi. All’interno di questo indice troviamo nomi come Bulgari, Campari, Enel, Fiat, Generali, Telecom e Mediaset. Il motivo per cui molte persone non si interessano economia, penso sia dovuto all’aurea di “!impossibilità” che la società gli ha messo addosso. Eppure gli scambi che si effettuano a Wall street hanno ben poco di diverso dal comune scambio di servizi e beni, quale può essere anche pagare alla cassa del supermercato.

Camillo Cipolla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X