La rete 5G italiana: INWIT e agli accordi tra Tim e Vodafone

Ci stiamo affacciando ad un’epoca di connessione costante e internet alla portata di tutti, ma siamo veramente pronti a vivere tutto questo? La rete 5G ci promette tanto, come si sta preparando il mondo e le aziende in attesa del 2020?

La nuova rete rappresenta il massimizzarsi dei servizi in cloud, dei dispositivi sempre connessi e interconnessi, dei droni che consegnano posta e pacchi, che controllano lo stato delle strutture nelle città, dei nuovi modelli business per le aziende.

La rete 5G, acronimo di 5th Generation, è ormai realtà. Nel 2020 assisteremo alla nascita di una nuova era, i progressi dell’ultimo decennio ci sono sembrati colossali e inarrestabili ma sono nulla rispetto alla novità che il mondo sta per abbracciare. Il futuro non è lontano poiché tutto questo sarà reale nel 2020, aspettando l’anno nuovo le aziende italiane si preparano e INWIT diventa la prima Tower Company nel paese.

Rischi e vantaggi

Tra i rischi che si nascondono dietro la nuova rete ci sono le attività di cyber-spionaggio e gli hacker, proprio per questo la Commissione Ue entro la fine del 2019 dovrà decidere un regolamento adottabile da tutti i paesi dell’unione, la decisione avverrà in base alle valutazioni dei rischi per la sicurezza delle reti già effettuate dalla quasi totalità degli Stati Europei. Meno importanti sono i presunti rischi sulla salute frutto dell’immaginario collettivo spaventato dalle novità, infatti non ci sono prove che accertano danni o potenziali danni alla salute dei cittadini causati dalla ‘rete mobile di ultima generazione’. Affermatasi come fondamentale per i modelli business e per le nuove tecnologie la rete 5G porterà tanti nuovi vantaggi in questi campi. Le sfide tecnologiche diventaranno realtà: intelligenza artificiale, blockchain, pagamenti digitali non incontreranno più ostacoli e linee di comunicazione saranno più veloci. La nuova rete è sinonimo di efficienza e cambierà il modo di vivere e di lavorare di tutti, sarà il nuovo braccio destro delle industrie permettendo un’importante crescita economica.

Accordi tra Tim e Vodafone

Muovendosi verso questa nuova realtà le aziende cercano di aggiudicarsi il primato in questo settore non ancora effettivamente nato. Nuovi accodi e nuove alleanze sono state già strette come nel caso di Tim e Vodafone che insieme formeranno  ‘la più grande tower company in Italia e la seconda in Europa con oltre 22mila torri’ premettendo una migliore copertura del segnale su tutto il paese. La nuova partenrship ha permesso alle aziende di abbattere significativamente i costi degli investimenti. Non saranno costruite nuove infrastrutture, saranno migliorate quelle già esistenti risparmiando. Tim e Vodafone gestiranno la rete nelle dieci regioni in cui sono già presenti le torri spartendosi equamente il territorio. Vodafone Towers ha perso la propria indipendenza e farà parte di INWIT. L’alleanza tra le aziende ha permesso di accelerare l’introduzione della nuova rete 5G in Italia garantendole un posto tra ‘gli Stati più avanzati nella sperimentazione di questa nuova tecnologia’. Le due aziende gestiranno insieme il 5G italiano e tra i loro obiettivi c’è la massimizzazione dei servizi per i cittadini e le industrie.

Nuovi modelli di business

C’è chi considera l’arrivo della nuova rete come ciò che darà vita alla ‘quarta rivoluzione industriale‘. Ma il volto e il modello di business delle aziende può davvero cambiare in questo senso? La risposta è ovviamente si, basta pensare a fabbriche come quelle in Finlandia dove le attrezzature sono tutte automatizzate e i component industriali sono trasportati dalle macchine. Le stazioni ferroviarie italiane sono pronte a rinnovarsi migliorando i propri strumenti di connessione utilizzando delle micro antenne, nasce GrandiStazioniRail una società gestita da Fs Italiane ed INWIT. La rete 5G permetterà la diffusione della connettività in tutti i settori e in quest’ottica l’arrivo della nuova rete sarà un’occasione come poche per le aziende Italiane che potranno sfruttare questa rivoluzione a proprio vantaggio potenziando tutti gli aspetti della propria struttura interna, dalla produzione alla vendita in modi che ancora non conosciamo.

Giuseppina Napolitano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X