fbpx

Clima, Bezos crea un fondo da 10 miliardi di dollari per salvare la Terra

Le prime sovvenzioni, ha spiegato su Instagram il magnate di Amazon, verranno assegnate in estate a ricercatori, attivisti e Ong di tutto il mondo

Jeff Bezos ha annunciato la creazione del Bezos Earth Fund che fornirà 10 miliardi di dollari per finanziare gli sforzi di scienziati ed attivisti nella lotta contro il cambiamento climatico. “Il climate change la più grande minaccia per il nostro pianeta”

Luci e ombre del filantropo Bezos

Ad oggi l’uomo più ricco al mondo con un patrimonio stimato di 127 miliardi di dollari USD, secondo Forbes. L’8% della sua intera fortuna saranno spesi per la lotta al cambiamento climatico. Non si tratterà di investimenti ma donazioni: a partire dalla prossima estate saranno elargiti a tutti gli scienziati, attivisti, organizzazioni non governative per un problema riconosciuto da egli stesso in persona come la più grande minaccia del nostro pianeta.
Già dagli scorsi mesi, il magnate dell’e-commerce ha speso 100 milioni di dollari per la riforestazione, spinto da forti critiche, molte di queste arrivate all’interno della sua stessa azienda, Amazon. Sotto accusa erano le enormi quantità di combustibile fossile utilizzati da aerei, tir e furgoni per la spedizioni di miliardi di articoli in tutto il mondo.
In risposta, Bezos ha dichiarato che il 100% di energia per i trasporti proverrà interamente da fonti rinnovabili entro il 2030. Che si debba agire in fretta lo afferma anche l’Agenzia Europea per l’Ambiente: secondo un suo studio, entro la fine del secolo decine di grandi città potrebbero finire sotto il livello dell’acqua. Da Rotterdam a Venezia, da Amsterdam e Copenaghen a Barcellona e Lisbona.

Cos’è una Fondazione?

Una Fondazione è un ente dotato di personalità giuridica privata regolato dal Codice Civile e basato su un patrimonio finalizzato a un preciso scopo lecito e di utilità sociale. Pertanto la Fondazione deve avere un patrimonio che complessivamente risulti adeguato allo scopo perseguito. Differisce dall’Associazione in quanto quest’ultima si basa sull’azione dei soci finalizzata allo scopo e prevede l’elezione democratica degli organi sociali. La Fondazione invece non ha soci e salvo casi particolari l’organo di governo non viene democraticamente eletto bensì designato nelle modalità previste dallo statuto. Inoltre nella Fondazione non è possibile mutare le finalità di destinazione del patrimonio, salvo che sia previsto dallo Statuto o in casi particolari vi sia un provvedimento governativo.
Esistono diverse tipologie di Fondazione: differiscono l’una dall’altra per modalità di intervento, operatività e sostegno agli enti, spinta fondativa, etc.
Una Fondazione può essere definita “operativa” se gestisce direttamente progetti, servizi o cura un bene pubblico (parchi, collezioni d’arte, monumenti, biblioteche, archivi…), “d’erogazione” o grant-making se eroga risorse (finanziarie, competenze…) a terzi: molte fondazioni adottano entrambe le modalità d’intervento.
Esistono poi tipologie di fondazione (che rientrano sempre all’interno di quanto prevede il Codice Civile senza che esso le abbia differenziate o catalogate), come:

  • La Fondazione di Famiglia o d’Impresa: sono fondazioni istituite per portare avanti i valori e le idee del capostipite, o, nel caso di un’impresa, valorizzare le esternalità positive (competenze, beni prodotti, tecnologie sviluppate…) e limitare le esternalità negative.
  • La Fondazione di Comunità: sono fondazioni, costituite da una pluralità di attori, destinate a raccogliere donazioni e valorizzarle per il benessere di un determinato territorio e in taluni casi a gestire beni pubblici di rilievo locale promuovendo e implementando il Terzo Settore e l’impegno dei cittadini.
  • La Fondazione di Partecipazione: sono fondazioni, costituite da una pluralità di attori, che in base allo statuto mutuano alcune caratteristiche tipiche dell’associazione, come la possibilità di far entrare nuovi membri e l’assemblea dei soci. In genere sono realtà operative che valorizzano il contributo di tutti i membri.

Come si costituisce una Fondazione?

I principali adempimenti per costituire e creare una fondazione sono:

  • Redigere l’atto di fondazione, cioè l’atto costitutivo e lo statuto, secondo le norme previste dal Codice Civile e dalla legislazione inerente. 
  • Rivolgersi ad un notaio, perché l’atto di fondazione assuma la veste di atto pubblico notarile, indispensabile per fondare una fondazione.
  • Chiedere il riconoscimento della fondazione presso la prefettura di competenza, per fondazioni che operano a livello nazionale, o presso la regione, per le fondazioni che operano a livello regionale.

La fondazione può essere definita come una organizzazione costituita per la destinazione di un patrimonio privato, autonomo e vincolato, ad uno scopo di pubblica utilità. Attraverso tale ente i privati perseguono fini di interesse comune.

Roberto Cerino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X