Ferrari in vetta ai top brand mondiali: il marchio del lusso più conosciuto al mondo.

Grazie alla sua brand identity, il marchio italiano di forte connotazione sportiva, conquista il mondo e si piazza come di consuetudine negli anni passati sul gradino più alto del podio.

La casa automobilistica italiana fondata da Enzo Ferrari nel 1947 a Maranello in provincia di Modena, è da sempre considerata sinonimo di Made in Italy e orgoglio italiano nel mondo. Il simbolo ufficiale è un cavallino rampante che deriva da quello usato durante la prima guerra mondiale dall’aviatore italiano Francesco Baracca che fu ceduto personalmente dalla madre di Baracca come portafortuna a Enzo Ferrari nel 1923. Il campo giallo, dove è raffigurato il cavallino rampante, è stato scelto da Enzo Ferrari in quanto trattasi di uno dei colori dello stemma della città di Modena.

Riconoscimento mondiale

Per il secondo anno consecutivo a FERRARI è stato assegnato il riconoscimento di brand più forte al mondo. A dirlo è la classifica “Brand finance global 500 2020” annunciata nel corso del World Economic Forum tenutosi a Davos in Svizzera.

Per il marchio del Cavallino Rampante si tratta di un bis infatti già lo scorso anno si era aggiudicato lo stesso ambito premio sovrastando colossi come Disney, Coca Cola e Rolex.

Stando all’analisi svolta sul brand di Maranello si è arrivati a concludere che il carattere di esclusività imprime maggior forza al brand.

La valutazione positiva sull’intero brand Ferrari è legata a diversi parametri come la reputazione, i sentimenti e la fedeltà del consumatore verso la marca, l’identità visiva, la presenza online, la soddisfazione dei lavoratori, gli investimenti e le performance raggiunte.

Rispetto allo scorso anno, la valutazione complessiva che gli esperti di Brand Finance hanno assegnato alla Ferrari è leggermente inferiore raggiungendo 94,1 punti su 100 del (BSI) Brand Strenght Index, (nel 2019 aveva raggiunto i 94,8 punti), un punteggio comunque molto superiore agli altri brand in gara, infatti Ferrari fa parte della ristrettissima cerchia -12 marchi- che hanno avuto un rating AAA+; sul secondo gradino del podio troviamo Disney e infine medaglia di bronzo per WeChat. Il report calcola inoltre il valore del marchio Ferrari in 9,1 miliardi di dollari, con una costante crescita del 9% grazie all’ andamento positivo delle vendite e alla forza complessiva sul mercato automobilistico.

Icona di stile, lusso e velocità

 Il marchio Ferrari e il logo del Cavallino Rampante sono oggi in tutto il mondo riconosciuti come simboli di lusso, esclusività, performance, design e qualità tutta italiana.

Un mito fondato sui decenni di successi sportivi e sullo stile delle auto, inconfondibilmente italiano, fonte di ispirazione per milioni di estimatori.

Diversi infine gli elementi che tengono Ferrari salda sul podio: tra gli altri, nel 2019 la casa di Maranello ha annunciato cinque nuovi modelli e ha chiuso un accordo con il gruppo Armani per la realizzazione di articoli “premium”. Incarnazione del lusso, la Ferrari continua a essere ammirata e desiderata in tutto il mondo, riflesso dall’eccezionale forza del suo marchio. “Da anni Ferrari usa il merchandising per supportare la brand awareness e diversificare le entrate, adesso agisce per preservare l’esclusività del marchio”, si legge nel comunicato di Brand Finance. Non sorprende però che molti consumatori, quali probabilmente non potrebbero possedere mai un’auto Ferrari, desiderino una borsa o un orologio decorati con il Cavallino, ma è anche fondamentale che la gestione dell’azienda rimanga al volante del futuro del marchio e mantenga il suo posizionamento esclusivo, monitorando attentamente l’output delle licenze.

Il Made in Italy nel mondo

Fiat 500, icona italiana inserita tra le opere d’arte, sarà presente tra le opere di uno dei musei più prestigiosi del mondo, il Museum of Modern Art di New York (MoMA), dove sarà esposta nella rassegna “The Value of Good Design”.

La 500 è da sempre un’altra icona di stile tutto italiano mai passata di moda. “Nel corso dei decenni ha conquistato innumerevoli fan in tutto il mondo, grazie ai suoi tratti inconfondibili e alla sua spiccata personalità. A partire dall’anno della sua nascita, cioè dal 1957, Fiat 500 ha saputo regalare negli anni a venire un tocco di colore e un sorriso alla quotidianità dei suoi clienti in ogni angolo del mondo, diventando ambasciatore del Bel Paese e affermandosi come icona riconosciuta di design e stile made in Italy” spiega Luca Napolitano, Head of EMEA Fiat and Abarth brands.

Anche la Vespa, famosissimo modello di scooter della Piaggio che venne brevettato il 23 aprile del 1946, su progetto dell’ingegnere aeronautico Corradino D’Ascanio, è uno dei disegni industriali più famosi al mondo ed è stato più volte utilizzato come simbolo del design italiano. La Vespa –come le 500 e tantissime Ferrari- è stata esposta nei musei di design e arte moderna di tutto il mondo, inoltre fa parte della collezione permanente del Triennale Design Museum di Milano e del MoMA di New York.

Negli anni ’50 il mercato cambiò drasticamente e la Vespa divenne un mezzo per distinguersi da parte dei giovani.

Nel 1953, Vespa fece addirittura la sua comparsa nel film “Vacanze romane” con Audrey Hepburn e Gregory Peck, conquistando anche Hollywood.

Pochi anni dopo, nel 1956 (circa dieci anni dopo la nascita della prima Vespa), la fabbrica di Pontedera raggiunse la milionesima vendita e il successo di Vespa superò ogni aspettativa.

Molti altri Brand italiani – dalla moda all’ingegneria, dall’architettura al food- negli anni hanno conquistato il mondo e quelli sopracitati sono l’esempio lampante di come lo stesso Made in Italy sia riconosciuto come brand mondiale.

Ferdinando Margiotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X