Forest: l’idea di marketing più attuale del decennio

“se il tuo obiettivo è quello di essere maggiormente presente nei tuoi momenti, ignora il telefono e parla davvero con i tuoi amici quando sei con loro questa è l’app che fa per te” la descrizione del New York Times per la nuova app scaricata in più di 100 nazioni.

Grafica fine ed elegante per un prodotto dal principio semplice, chiaro e allettante. Analisi recenti, promosse dall’azienda “Apple”, seguita a ruota dai maggiori colossi tecnologici, hanno dato la possibilità agli utenti che ne avessero avuto l’interesse di calcolare il tempo d’utilizzo complessivo del loro smartphone. Rivelazione temuta, che ha aperto gli occhi di molti sulla eccessiva e incontrollata perdita del proprio tempo.
Per risolvere questo problema e cercare di recuperare ottimamente il controllo del tempo nasce “Forest”.

L’interessante principio green

Può sembrare esagerato, anche in una società colma di bisogni voluttuari che consapevolmente abitiamo, pagare per un applicazione che non ci vedrà partecipanti attivi, come tutte le altre realtà immersive che viviamo quotidianamente. Tuttavia, secondo gli sviluppatori proprio “il senso di ricompensa e di resposabilità vi incoraggerà a stare lontano del telefono e vi aiuterà a fare un uso migliore del vostro tempo”. Argomento persuasivo e apparentemente efficace, considerati i 4 milioni di utenti paganti.
Ma c’è di più. L’app è infatti, idealmente e concretamente vicina alla causa ambientale. appena lanciata ci viene richiesto, infatti, di stabilire un tempo di concentrazione desiderato, introducendoci immediatamente nella nostra nuova foresta virtuale, in cui, per ogni mezz’ora di non utilizzo del device, viene piantato un piccolo albero . Crescendo il numero di alberi nella foresta virtuale, si accumulano anche monete. Una volta raggiunto un determinato ammontare di queste si ha la possibilità di scambiarle e con esse di poter piantare un albero vero. tramite “trees For Future“. Forest consente così, contemporaneamente, di ottimizzare il tempo degli utenti, facendoli perlomeno sentire produttivi, limitando la disattenzione causata dal cellulare, ma anche contribuire al mantenimento del cuore verde del pianeta piantando alberi.

Dalla protesta all’idea

Sebbene, infatti, spesso solo le proteste portano ad una sensibilizzazione dell’attenzione pubblica, si guardi alle proteste americane di queste settimane che chiedono giustizia per il caso Floyd, o ai “Fridays for Future”, che ha visto nelle due date principali della Climate Action Week, 7 600 000 persone scendere in strada chiedendo tutele per prevenire il riscaldamento globale e il cambiamento climatico; è però altrettanto importante agire concretamente. La geniale strategia di “Forest” risponde a due circostanze: spesso un individuo può essere effettivamente interessato all’ambiente, ma comunque non avere la disponibilità di piantare un albero; d’altra parte, anche, l’uomo tende solitamente a fare qualcosa solo se ne riceve un’altra in cambio. Con “Forest” diviene possibile creare valore per se stessi e per il pianeta nel quale viviamo.

Trees For the Future

“Trees For the Future” è l’organizzazione, partner di “Forest”, che vanta un percorso di quasi 30 anni in cui si è assunta il compito di piantare più di 145 milioni di alberi, rivitalizzando di fatto svariate nazioni e aree destinate a morire. il motto dell’organizzazione no-profit nata in Maryland è tanto semplice quanto convincente e recita: “Why plant trees? Because they change lives” . l’organizzazione americana si mette in contatto con agricoltori locali fornendo loro supporto e sostegno. “Trees for the future” in realtà, promuove molte altre iniziative. Una delle piu interessanti è “Cultivate a better world for humanity and nature”, progetto che prevede la piantagione anche di alberi da frutto per aiutare i più bisognosi.

Gianluca Pirulli

1 commento su “Forest: l’idea di marketing più attuale del decennio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X