fbpx

Le pubblicità più assurde della storia: Buondì Motta dal 2017 ad oggi.

La comunicazione comporta la distribuzione delle informazioni di persone e società, ma nonostante faccia parte della quotidianità di tutti gli individui non esiste nulla di più complicato di saper comunicare.

Tra le aziende più importanti nella produzione di brioche c’è senza dubbio Motta che produce Buondì, nel tempo però l’azienda non ha fatto parlare di sé semplicemente attraverso la qualità dei prodotti ma anche grazie all’assurdità delle pubblicità trasmesse senza sosta.

Buondì Motta

Le campagne pubblicitarie firmate Buondì Motta da anni dividono l’opinione pubblica tra polemiche e apprezzamenti. L’ultima campagna sulla deficienza artificiale è stata curata da Connexia che è stata capace di fare riferimento anche alle pubblicità passate già trasmesse riguardanti il prodotto, compresa quella della bambina colpita dall’asteroide che ha destato scalpore qualche anno fa. La nuova protagonista degli spot, Enza, è “l’assistente vocale che vi cambierà la vita”. Di base negli spot è sempre presente una famiglia normale che è intenta a consumare una colazione, ma nel mentre viene presa in giro da Enza. L’attuale spot sulla deficienza fa riferimento a quello del 2017 in cui la bambina esordisce dicendo le stesse cose dell’assistente artificiale. Per quanto assurde le pubblicità del brand sono sempre piene di ironia e riescono comunque a comunicarci un messaggio in modo piacevole.

La comunicazione.

“La comunicazione è l’insieme di fenomeni che comporta la distribuzione di informazioni”. Si tratta di un insieme di fenomeni che comportano la distribuzione di informazioni attraverso vari canali a partire da un emittente. Linguaggio e comunicazione non vanno di pari passo, esiste la possibilità di comunicare anche senza linguaggio (comunicazione non verbale). Le informazioni che vengono comunicate attraverso gli emittenti cioè coloro che avviano la comunicazione, il messaggio arriva ad un ricevente che comprende il codice ( o forma del messaggio). Uno degli emittenti più conosciuti è senza dubbio la televisione che dal 1928 si è diffusa in tutto il mondo. In seguito a Carosello si affiancarono altri siparietti come Gong e Tic-Tac, gli spazi pubblicitari sono stati sempre affidati alla SIPRA, una società con partecipazione maggioritaria di IRI e RAI che esisteva dal 1926 che gestiva e raccoglieva i proventi pubblicitari per la radio. La televisione in Italia arriva nel 1954 e la pubblicità a quei tempi era limitata “in uno speciale siparietto, Carosello, che conteneva quattro o cinque messaggi pubblicitari a loro volta costituiti da una “microstoria” che non enunciava il nome dello sponsor, che era ammesso solo nella parte finale”.

La pubblicità.

La comunicazione in generale non è considerabile come parte fondamentale del processo globale di produzione, anche perché molte aziende pianificano perlopiù la distribuzione del prodotto. Bisogna innanzitutto creare un piano pubblicitario che è fondamentale per ogni attività, ogni advertise deve essere approvato dall’agenzia apposita, non è facile comunicare ciò che si ha da offrire e pertanto non è da sottovalutare il ruolo del messaggio che si vuole diffondere. Le pubblicità come prima cosa devono avere delle immagini chiare, una singola immagine può raccontare molto di più rispetto al testo stesso. Altrettanto importante è non dare molte informazioni, bisogna saper specificare di che tipo di prodotto si tratta. Il constestual tageting serve a focalizzarsi su uno specifico oggetto, in questo sta uno dei più importanti vantaggi della comunicazione online, cioè che puoi realizzare una sorta di comunicazione one-to-one. Un tipico esempio di adv online è il banner che ci mostra come una singola immagine può raccontare molto di più di un testo. Capita spesso, però, che le aziende non hanno ben saputo rappresentare ciò che volevano vendere sul serio, in alcuni casi le pubblicità piuttosto che essere chiare ed esaustive sono risultate essere sempre più confuse.

Giuseppina Napolitano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X