Nasce Photoshop camera: lo strumento con cui Adobe si prepara ad attaccare il mercato delle mobile app

Adobe è forse una di quelle poche aziende vittime di un paradosso abbastanza pesante: tutti la conoscono ma nessuno sa cosa reamente fa o vende.

Se chiedessimo ad una persona a caso cosa sia Adobe probabilmente il primo pensiero che farà sarà quello di associarla ai PDF, facendo riferimento allo storico cavallo di battaglia commercializzato dall’azienda statunitense per visualizzare e modificare file di questo formato. Per promuovere i propri prodotti presso un target di pubblico ancora più ampio, Adobe sta cercando di aggredire il mercato del mobile sviluppando soluzioni che non si limitino ad essere utilizzate da un target di professionisti, ma che possano essere utilizzate da tutti da qualsiasi piattaforma.

Una panoramica dell’azienda

Adobe Inc. è una software house statunitense con sede principale a San Jose in California, conta 15.706 dipendenti e vanta un fatturato annuo di oltre 5 miliardi di dollari.
Tra i suoi prodotti principali ci sono programmi professionali di video editing come Premiere Pro, image editing come Photoshop e tanti altri.
Nell’Aprile 2015 l’azienda ha iniziato la sua diversificazione nel settore mobile acquisendo Macromedia, società con una posizione autorevole nel settore del Desktop Publishing, ovvero servizi per creare grafiche vettoriali.
L’acquisto di Macromedia per 3 miliardi e 400 milioni di dollari ha permesso ad Adobe di impossessarsi del know-how necessario per cogliere le potenzialità di sviluppo nel settore degli applicativi per smartphone e tablet, nonché nel mercato dei video pay-per-view e servizi di videoconferenza.

Il cambio strategico per aumentare le vendite

Adobe ha recentemente rilasciato versioni semplificate dei suoi programmi più complessi, rendendoli accessibili ad un pubblico più ampio.
Esempi di questo tipo sono sicuramente il rilascio di Photoshops Elements e Premiere Pro Elements, i quali consentono di acceder a strumenti professionali in maniera semplificata e ridotta, offrendo la possibilità di accedere solo a determinate funzioni base, escludendo le caratteristiche avanzate dei software, necessarie solo in ambito lavorativo.
Lo sviluppo di soluzioni per mobile è un’altra conferma del cambio di strategia dell’azienda, che commercializzando soluzioni come Photoshop e Illustrator disponibili per Tablet, ha reso da un lato più facile per i professionisti accedere a questi programmi in qualsiasi momento e anche lontano dal proprio ufficio, ma soprattutto ha reso questi prodotti più visibili sugli store online popolati per la maggior parte da utenti senza esperienza, i quali approcciandosi quasi per gioco a questi prodotti nelle loro versioni semplificate potrebbero appassionarsi acquistando le versioni complete.
Il cambio strategico è evidente, Adobe sta cercando di cogliere una business opportunity individuata nel mercato ovvero quella dello spostamento delle nuove generazioni dall’utilizzo del computer ai dispositivi mobili, un trend che sicuramente l’azienda deve cogliere confrontandosi con le limitazioni in termini di capacità computazionale (di memoria e processori) che gli smartphone hanno rispetto ai computer.

Photoshop camera e il definitivo ingresso nel mercato mobile

Fino ad oggi Adobe si era limitata a sondare il terreno senza aggredire, proponendo, come già detto, prima soluzioni per tablet. Il passaggio da un computer ad un Tablet da un punto di vista meramente tecnico permette di far capire agli sviluppatori il funzionamento di ogni software su dispositivi meno performanti e di come adeguare di volta in volta la resa.
Questi nuovi prodotti disponibili per mobile sono frutto di un lavoro di ricerca e sviluppo che ha finalmente permesso di adeguare questo gap di performance tra le diverse piattaforme.
La novità assoluta in questo senso è sicuramente Photoshop camera, si tratta di una camera app per Android e iOS. Le caratteristiche principali dell’app consistono nel massiccio uso dell’intelligenza artificiale, grazie alla quale si è in grado di catturare, modificare e condividere foto in tempo reale, con tutti gli strumenti propri di Photoshop.
L’app è in grado di riconoscere istantaneamente il soggetto della foto e di fornire suggerimenti, così come di applicare automaticamente delle speciali funzionalità al momento dello scatto, nonché regolazioni complesse sulle immagini.
Photoshop Camera ha anche un suo aspetto social e di community: consente agli utenti di accedere a un feed realizzato da noti artisti e influencer.
Photoshop camera sarà disponibile dal 2020.


Andrea Iacomino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X