Tesla e Cybertruck: le strategie di marketing adottate dall’azienda produttrice.

Veicoli dal design diverso e talvolta azzardato, prodotti di punta della stessa azienda che toccano mercati completamente diversi. Si tratta di una strategia di successo?

Il prodotto meno che convenzionale, anche se ha trovato e troverà difficoltà nei mercati, dalla prima apparizione, si è guadagnato un posto nei cuori di tutti, diventando oggetto di meme, su cui anche Lego non ha potuto evitare di fare dell’ironia. L’azienda danese ha infatti creato un modellino composto da un unico blocco su quattro ruote che vuole rappresentare il veicolo ideato da Elon Musk, prendendosi gioco anche delle forme spigolose attribuendogli lo sloganL’evoluzione dei truck è qui. Infrangibilità garantita’.

Cybertruck.

Elon Musk ha da poco lanciato il Cybertruck che non ha esattamente l’aspetto di un normale pickup. Il veicolo elettrico ha l’aspetto di un enorme trapezoide metallico che ricorda perlopiù un opera d’arte moderna. Composta di un metallo usato anche nella costruzione dei razzi, il veicolo dovrebbe essere completamente antiproiettile (anche se la dimostrazione fatta durante la presentazione non ha sostenuto al 100% questa tesi). Dai finestrini non proprio infrangibili, il prodotto rappresenta comunque una novità nel mercato odierno dei pickup, e come sostiene lo stesso CEO, il truck potrebbe impiegare molto tempo per trovare un mercato in cui riscuotere successo ma, anche se saranno in pochi ad apprezzarne il design e gli accessori, il prodotto appena lanciato può essere il primo passo che porterà alla creazione di un veicolo perfezionato.

Differenziazione del prodotto e mercati frammentati.

La strategia di marketing di differenzia un prodotto in più mercati è molto usata dalle aziende che mira anche a ridurre la concorrenza, possiamo riconoscere due percorsi più utilizzati:

  • Si mira a modificare e rendere uniche le caratteristiche di un prodotto così da renderlo diverso da tutti gli altri presenti sul mercato riducendo, appunto, l’omogeneità e quindi il grado di sostituzione.
  • L’impresa attraverso il marketing rafforza la propria immagine e di riflesso anche prodotto, rendendo il proprio agli occhi del consumatore l’unico in grado di soddisfare davvero le proprie necessità.

Diversificando il prodotto si vuole toccare il mercato in modo globale, ma se le imprese desiderano raggiungere dei singoli mercati più esclusivi e limitati si ricorre alla segmentazione dei mercati che affronta la vendita e l’offerta non più considerando il mercato dal punto di vista globale, ma considerandolo come formato da più frammenti che sono anch’essi mercati più piccoli e diversi l’uno dall’altro. Si tratta della stessa strategia adottata da Tesla che negli anni ha prodotto veicoli dal design e dagli accessori più diversi fino all’ultima trovata: il cybertruck dal design rigido e completamente diverso da quello delle altre autovetture elettriche prodotte dall’azienda dalle linee più morbide.

Tesla: l’azienda in sintesi.

Nata negli Stati Uniti, Tesla è l’azienda che prende i nome dal noto inventore vissuto all’inizio del 1900. L’azienda produce veicoli elettrici indirizzati a mercati di massa e frammentati. Essendo un’azienda produttrice perlopiù di autovetture elettriche e pannelli fotovoltaici è noto che è di fondamentale importanza la valorizzazione di fonti di energia rinnovabili e non inquinanti, per questo motivo e per favorire l’incremento dell’uso di energia alternativa, tutti i prodotti Tesla sono accessibili a qualsiasi compratore. Negli anni sono stati prodotti vari veicoli, tutti elettrici, dal modello Roadster al Model 3. L’ultima trovata è il Cybertruck che, nonostante non incontri i gusti dei consumatori esteticamente, rappresenta comunque una trovata geniale dal punto di vista della progettazione. Come lo stesso fondatore dell’azienda Elon Musk ha fatto notare durante la presentazione del veicolo, i pickup prodotti negli anni si assomigliano tutti anche se prodotti da aziende diverse. In un mercato in cui i beni sono perfettamente omogenei, Tesla ha preferito differenziare il proprio prodotto attribuendogli un design unico. Fuori dagli stereotipi, il veicolo ha anche dei tratti appartenenti al generico pickup ma riesce comunque a stravolgerli.

Giuseppina Napolitano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X