Quali sono i vantaggi dei canali social media?

E’ evidente che continuare a negare le potenzialità dei social media,  insistendo sulla credenza che ti tratti di un fenomeno provvisorio, è ormai anacronistico. Ecco perchè è fondamentale prendere coscienza dei vantaggi che derivano da un loro uso efficace.

 

Se fino a poco tempo fa, il ruolo dei social media era principalmente limitato ad una funzione d’intrattenimento, si comincia adesso ad identificarli come una risorsa valida in un’ottica commerciale. Considerata la pervasività con cui i social sono irrotti nelle vite quotidiane, non è un caso che le aziende cerchino di sfruttarne a pieno le funzionalità. Nel tentativo di valorizzare al meglio la propria immagine, nasce dunque il Social Media Marketing, un tipo di promozione commerciale il cui scopo è generare visibilità sulle piattaforme di internet e all’interno delle comunità virtuali. Quali sono allora i vantaggi che si possono trarre dai canali social media?

Una maggiore visibilità

Finora le aziende hanno usato i social per aumentare l’engagement con un approccio top-funnel: il brand deve dunque canalizzare i propri sforzi e le proprie attività online per convogliare l’interesse e le attenzioni del pubblico, degli utenti e dei potenziali clienti su una determinata azione. L’unico obiettivo è sempre stato, in questa fase, quello di avvicinare il cliente all’azienda. Adesso invece si delineano le nuove potenzialità di questi strumenti: grazie all’uso dei social media, circa il 90% dei marketers dichiara di aver riscontrato un notevole incremento del traffico verso i siti web, guadagnando una maggiore visibilità con un conseguente aumento delle potenzialità di vendita. Non è detto che tutte le interazioni conducano a risultati immediati, né che si concretizzino in vendite effettive, ma senz’altro il marchio guadagna almeno in credibilità. È fondamentale il contributo che i social media apportano alla brand reputation: infatti un’agenzia disposta a distanziarsi dalle forme classiche di comunicazione dimostra la volontà e capacità di stare al passo coi tempi e adeguarsi al progresso senza difficoltà.

Una maggiore interazione

Una presenza attiva sui social media permette inoltre di costruire delle relazioni con il pubblico, e probabilmente è proprio l’interattività la migliore risorsa: consente di creare uno spazio in cui i visitatori compiono delle azioni e comunicano direttamente col brand. Questo, abbinato ad una solida strategia di content marketing,porta non solo a fidelizzare molti degli utenti, avvicinandoli alla realtà del brand in questione, ma anche a trovarne di nuovi. Gli spettatori sono alla continua ricerca di un contatto e dialogo biunivoco e, a sua volta, dal confronto col pubblico, l’azienda può ottenere dei feedback importanti, positivi o negativi, che permettono di migliorare il costumer service: saranno i clienti stessi a offrire al brand nuovi stimoli e suggerimenti, indirizzandolo secondo le proprie esigenze.

Una maggiore ingerenza online

Tra gli alti vantaggi che l’immagine di un brand trae dall’ utilizzo consapevole dei social media è la creazione di una vera e propria autorità: a partire dai commenti su Facebook fino ad arrivare alle risposte alle domande su Quora, questi strumenti offrono la possibilità di mostrare la propria esperienza sul campo e far emergere le proprie doti di leadership. Rispondere a domande e dare consigli online sono strategie che consentono al marchio di consolidare il rapporto con il cliente, comparendo su Google Search o in particolari canali social. Anche il traffico in entrata sul sito web, anziché essere limitato a chi già conosce il brand, potrebbe aumentare proprio grazie all’uso dei social media.

Si evince dunque il ruolo fondamentale che questi assumono nella valorizzazione di un’immagine: oltre ad un veicolo di guadagno, i social media sono l’occasione di ottenere maggiore visibilità, esprimere la propria identità e mostrare le potenzialità di un brand. Si rivelano una risorsa essenziale in grado di umanizzare il rapporto con i consumatori a tal punto da poter affermare che chiunque ne rifiuti un uso accorto, è destinato ad essere tagliato fuori dall’attuale mondo commerciale.

Eleonora Taddei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *