I Meme: un potente strumento di comunicazione moderna

Diventati i nuovi dipinti “olio su cloud”, i meme invadono i social networks. Il loro essere apparentemente semplici, cela, in realtà, un grande potere comunicativo che può essere utilizzato dalle aziende per rendere più efficaci le loro strategie di marketing.

Un meme come un quadro

1889: tratteggiando un’ultima linea, Vincent van Gogh completa il suo quadro Notte Stellata. 2019: Marco ha appena caricato su Facebook il suo primo meme, e spera che diventi virale. Pensate che le due scene non c’entrino nulla l’una con l’altra? La situazione è la stessa, ciò che cambia è l’intervallo di tempo. Le opere d’arte come i meme sono la massima espressione del bisogno di connessione. Condividere è uno degli istinti primordiali dell’essere umano, originato dal bisogno di sentirsi riconosciuti dagli altri e sentirsi apprezzati.

Il ruolo dei meme all’interno delle strategie del social media marketing

I meme costituiscono un’infinitesima parte del mondo del social media marketing. Le aziende ricorrono alle tecniche del social media marketing per creare un dialogo con gli utenti e i consumatori, in modo tale da instaurare un rapporto diretto con loro. In termini tecnici, le società perseguono il mantenimento della cosiddetta affinità, una relazione 1:1 che avvicina utente e destinatario. Grazie a questa tecnica, viene abbandonato l’approccio top-down tra società e acquirenti, ora entrambi posti sullo stesso livello comunicativo. L’effetto che ne deriva è un cambiamento nella percezione del consumatore nei confronti dell’azienda, prima vista come inarrivabile. Essa diventa così user-friendly. Chiunque, utilizzando una delle tante piattaforme social, può mettersi in contatto con il personale per avanzare qualsiasi tipo di richiesta e curiosità. Ad esempio, la catena fast food americana Chick-fil-A è conosciuta per le sue risposte ironiche e provocatorie ad alcuni tweet inviati dai clienti. I due elementi essenziali che sostengono l’attività online del social media marketing sono Internet e qualsiasi tipo di social network. Vediamoli in dettaglio. L’ingegnere Paul Baran elaborò le cosiddette reti packet-switching, tecnologia che spianò la strada per la creazione di Internet. Tali reti trasformarono l’architettura centralizzata di Internet in un sistema più distribuito e inattaccabile, in grado di connettere quasi ogni parte del mondo. I BBS (Bulletin Board System), creati nei primi anni Settanta per attivare lo scambio di file tra studenti in alcune reti universitarie, rappresentano il Big Bang dei social networks. Messaggistica e Internet si fondono insieme per semplificare e velocizzare la condivisione. Un’invenzione che scatenerà l’evoluzione dell’inarrestabile e indivisibile duo Internet-social networks.

Riassumendo

I meme sono strettamente collegati alle strategie aziendali. Espressione delle tendenze nell’opinione pubblica, potrebbero presto diventare una scorciatoia utile alle società per indagare le aspettative dei potenziali consumatori.

Martina Bovetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *