IG Shopping: il social che si trasforma in e-commerce con un semplice click

Milioni di aziende ed inserzionisti popolano il mondo di Instagram, considerato il social del futuro sia perchè utilizzato dai più giovani ma anche grazie alle continue evoluzioni, dalle stories fino ad arrivare ad IG Shopping.

Instagram è di certo il social media più utilizzato degli ultimi tempi, nato nel 2010 dall’idea di Kevin Sydtrom e Mike Krieger e successivamente acquistato da Facebook nel 2012 apre definitivamente le porte al pubblico di massa, stravolgendo l’interfaccia ed integrando funzioni già attive nel primo social del 2008.
La community commerciale presente sull’app raggiunge stime imponenti: circa l’80% degli utenti segue almeno una delle 25 milioni di aziende già presenti sulla piattaforma.
Oggi il social network ospita circa 19 milioni di profili solo in Italia, non dovrebbe stupire infatti il continuo investimento nel campo della Ricerca e dello Sviluppo.

Da piattaforma social ad e-commerce

Il social network dedicato alla fotografia, inizialmente definito dalla critica “il Facebook degli analfabeti”, si sta evolvendo sempre di più ed ora è addirittura in grado di poter lanciare sul mercato la sua nuova app che guarda al mondo dell’e-commerce, più comunemente: lo shopping online.
Ideata da Kevin Syston e Mike Krieger, questa app ha subito nel corso degli anni numerosi aggiornamenti, introducendo diverse funzionalità: stories, account business, rendendo così la piattaforma sempre più vicina alle esigenze degli utenti, soprattutto sotto il fronte della moda.
A partire dal 2016 Instagram ha dato l’opportunità a tutti gli utenti di poter scegliere tra:

  • un profilo privato dedicato al singolo utente che come interesse ha quello di navigare sulla piattaforma per intrattenimento o altro,
  • un profilo aziendale rivolto a chi possiede un’attività in modo da creare una connessione tra brand e potenziale cliente.

Nel 2018 invece ha fatto poi il suo ingresso la televisione verticale di Instagram IGTV, la prima app stand-alone della famosa piattaforma, probabilmente seguita da una possibile variante di Direct separato dall’app come applicazione per la messaggistica.
Ora il social media più conosciuto al mondo sta lavorando su IG Shopping, un servizio e-commerce in grado di dare la possibilità a milioni di utenti di poter acquistare direttamente dalla piattaforma.
Con l’avvento di IG Shopping non si è potuto fare a meno di notare il nesso con:

  •  Shopify , un sistema in grado di facilitare le vendite dirette da Instagram, utilizzato ormai da circa 600.000 aziende in continua espansione
  • 21 Buttons, definito dal proprio sito “il primo social e shopping network della moda”

Fatto sta che queste due grandi piattaforme hanno probabilmente molti fattori a favore ed uno solo contrario: non sono Instagram.
Negli ultimi anni la piattaforma social sta vivendo una crescita esponenziale se consideriamo anche l’implementazione delle Storie e di IGTV che oltre a raggiungere ogni giorno milioni e milioni di visualizzazioni sono anche diventate dei media a tutti gli effetti identificate come una vera e propria TV.
Con IG Shopping, circa 25 milioni di aziende di ogni tipo, artisti, marchi, avranno la possibilità di far acquistare i loro prodotti, dall’abbigliamento agli oggetti di design, semplicemente facendo sfogliare il loro profilo poiché ogni foto con relativi articoli, sarà accompagnata da una dettagliata descrizione, dal prezzo e con un semplici click sarà possibile portare a termine l’acquisto, come del resto succede su molti siti e-commerce.

L’innovazione che porta il nome IG Shopping

Instagram possiede circa un miliardo di utenti attivi almeno una volta al mese e 500 milioni di questi ultimi interagiscono sul social almeno una volta al giorno.
Avendo un seguito di questa portata gli sviluppatori si sono resi conto che molti utenti stavano utilizzando il social come se fosse una sorta di rivista di moda, cosmetica, design, da cui prendere spunto prima di effettuare qualsiasi tipo di acquisto, basti pensare ai milioni di Influencer che grazie alla sponsorizzazione di prodotti sono riusciti a costruire interi business.
Ciò che ha colpito di più è stato notare le molteplici richieste di informazioni su determinati prodotti nei commenti sotto ai post di Influencer o brand, da parte degli utenti, per questo motivo Instagram ha deciso di investire sull’inserimento di questa nuova app che porta il nome di IG Shopping.
Questa funzionalità permette quindi di taggare un prodotto presente in una foto così che l’ipotetico cliente possa acquistarlo direttamente dalla piattaforma una volta riscontrato il tag sarà possibile individuare un’icona a forma di borsa dove verranno inserite tutte le informazioni più utili come il nome, la descrizione, e soprattutto il prezzo, l’obiettivo quindi sembra abbastanza intuibile: rendere semplice una procedura spesso considerata complessa se non addirittura noiosa dagli utenti, come quella degli acquisti online.
Tutte quelle aziende quindi che hanno avuto l’approvazione da parte di Instagram potranno essere configurate secondo l’uso della modalità Shopping.
Il vantaggio di questa strategia di Marketing è palese, da troppo tempo ormai la navigazione mobile ha superato di gran lunga quella desktop, anche se le conversioni avvengono ancora tramite computer può essere un’innovazione in grado di diminuire questo gap a favore di una migliore esperienza utente-social.
Il canale dedicato si baserà su algoritmi ben precisi, in base agli interessi degli utenti e la sezione Esplora avrà un ruolo cruciale. Quest’ultima infatti non permetterà di seguire solo ed esclusivamente gli account che più interessano ad una determinata cerchia di persone, ma darà anche l’opportunità di dedicarsi allo shopping, un motivo in più per accedere sul Social ancora più frequentemente.

Pro e contro per il caso Adidas

Per inserzionisti e aziende che hanno già il loro canale Instagram, la vendita diretta risulta essere un veicolo molto importante per aumentare il cosiddetto appeal tanto ricercato facendo automaticamente crescere il tasso di conversione: se si pensa che 4 utenti su 5 seguono un marchio, azienda o brand che sia, il passo verso l’acquisto è molto breve.
Tuttavia prima di procedere alla vendita su Instagram ci saranno dei passi obbligatori e necessari da dover seguire o se non altro prendere in considerazione:

  • Verificare che l’account (business o aziendale) soddisfi i requisiti.
  • Collegare il profilo aziendale di Instagram ad un catalogo di Facebook.
  • Attendere l’analisi dei dati (può richiedere anche diversi giorni).
  • Aggiungere tag o adesivi sul prodotto in questione.
  • Creare un post o una storia.

Ci sono due strade possibili da poter percorrere per collegare Facebook ad Instagram:

  • Configurare la vetrina direttamente da Facebook aggiungendola alla pagina
  • Usare un catalogo su Business Manager

IG Shopping sarebbe poi una versione sicuramente più efficace ed efficiente di Marketplace su Facebook. Molte persone seguono Influencer e creator alla ricerca non solo di intrattenimento ma anche per rimanere sempre costantemente aggiornati sul mondo dell’arte, fashion e moda.
Ci sono alcune aziende che ad oggi stanno effettuando il beta test riguardante l’e-commerce, sono circa 20 e una di queste è Adidas.
Oltre a notare quasi istantaneamente una crescita del tasso di conversione soprattutto tramite cellulare, nel primo trimestre sembra abbia aumentato le vendite del 40% e non grazie ad una qualità di prodotti differente da quella antecedente alla nuova funzione di Instagram, “semplicemente” grazie alla correlazione che si è venuta a creare tra social ed azienda: il prodotto giusto per il giusto cliente.
Sicuramente vi sono molti lati positivi a riguardo come una vetrina più grande, più distribuzione ed indubbiamente molta più visibilità, tuttavia non sono esenti dagli aspetti negativi insiti nell’utilizzo di questa nuova funzionalità:

  • Instagram acquisisce in automatico una percentuale sul fatturato
  • La piattaforma è in grado di accedere senza complicazioni ai dati dell’azienda, alle transazioni di quest’ultima, nonché al tipo di pubblico coinvolto

Per ora IG Shopping resta una funzionalità utilizzata da pochi, se si considera il bacino di utenti della piattaforma, nel momento in cui sarà resa disponibile a tutti si potranno effettivamente individuare i pro e i contro di questa innovazione, ciò che rimane invariata è la consapevolezza del mercato internazionale e mondiale che il campo della moda, inteso non solo come abbigliamento sta generando.



Emanuela Mazzocchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X