Instagram for Business: tre buoni motivi per cui l’account aziendale è la scelta migliore per la tua pagina

I social network sono ormai diventati uno dei principali strumenti di comunicazione e condivisione di contenuti, oltre che delle piattaforme che permettono di mettere in atto un’efficace promozione di prodotti e servizi.

Ogni social network ha le sue caratteristiche distintive, il suo pubblico e le sue funzionalità, fattori che risultano determinanti qualora si decida di utilizzare queste piattaforme per portare visibilità a un contenuto, un evento, un prodotto o un servizio.

L’account business di Instagram

Instagram si sta affermando, anno dopo anno, come uno dei social network più utilizzati: basti pensare che, secondo una ricerca di We Are Social e Hootsuite, la piattaforma lanciata nel 2010 è stata, lo scorso anno, quella che ha visto crescere la sua utenza maggiormente, con un incremento del 4,4% (all’incirca 38 milioni di utenti, per intenderci). Uno dei punti di forza di questa rete sociale è senza dubbio la vastità delle funzionalità che mette a disposizione, così da risultare ambiente ospitale sia per l’utente medio, che per aziende, influencer e creator di contenuti. Uno di questi strumenti è la possibilità di scegliere fra tre diverse tipologie di profili, ognuna con caratteristiche differenti: l’account business, quello creator e quello personale. Nell’articolo di oggi andrò ad illustrarvi perché, fra le diverse alternative, l’account aziendale (o business, che dir si voglia) sia la scelta migliore per dare visibilità a una pagina.

Gli insights

Uno dei vantaggi del profilo business è dato dalla sezione Insights: si tratta di una panoramica generale sull’andamento dei singoli post e della pagina, con dati statistici e grafici a supporto. Tramite questi strumenti è possibile ottenere informazioni riguardo la copertura dei vari contenuti pubblicati e le interazioni dei propri followers con gli stessi. Nella sottosezione contenuto è possibile monitorare il numero di condivisioni e salvataggi dei post e il numero di click su eventuali link inseriti nella bio, mentre in quella attività si possono ottenere informazioni riguardo l’andamento della copertura, delle interazioni e delle visite al profilo di settimana in settimana. In questo modo sarà possibile monitorare la risposta dei follower alle diverse tipologie di contenuti, capendo quali di esse generino più interesse nel pubblico.

Profilazione dell’utenza

Sempre nella sezione Insights è poi disponibile un’area denominata pubblico, da cui è possibile trarre informazioni riguardo le caratteristiche e il comportamento dell’utenza della pagina. In questa sottosezione sono presenti dati riguardanti l’andamento dei follower, città e paesi di provenienza, sesso e fascia d’età. Tutte queste informazioni sono utili per avere un’idea più chiara del pubblico a cui ci si rivolge, così da poter profilare un’utente medio con caratteristiche, gusti e interessi ben definiti. Questo tipo di operazione non è fondamentale solo per la scelta dei contenuti, ma anche per le sponsorizzazioni, come vedremo in seguito. Nell’area pubblico è poi presente un ultimo dato molto utile, relativo al comportamento dei follower: Instagram fornisce infatti ai suoi utenti business informazioni riguardo la presenza del proprio pubblico in base alle diverse fasce orarie e ai diversi giorni della settimana, così da poter scegliere il momento migliore per postare i propri contenuti.

Promozioni

Il terzo punto di forza degli account business, nonché il principale, a mio modesto avviso, è la possibilità di promuovere i post. Le funzionalità di Instagram permettono infatti di sponsorizzare post e stories, determinando un budget di spesa giornaliera e una durata della promozione in termini di tempo. I risultati sono garantiti, tant’è che basta un investimento di pochi euro per vedere decuplicata la copertura di un post, ma i vantaggi non finiscono qui. Durante la fase di definizione della promozione di un contenuto, è possibile determinare un pubblico target, stabilendo sesso, fascia d’età e argomenti di interesse: grazie alle informazioni sul pubblico ricavate dagli Insights, è dunque possibile effettuare un’azione pubblicitaria mirata a un pubblico target selezionato, aumentandone l’efficacia potenziale. Un ultimo strumento estremamente utile messo a disposizione degli account business durante il processo di definizione della promozione è la possibilità di inserire una call-to-action, ovvero un banner che rimandi al profilo, al sito web o ai messaggi diretti, permettendovi quindi di indirizzare il pubblico raggiunto sulla sezione della vostra pagina che preferite.

Concludendo, l’account business è la scelta ideale per la crescita di una pagina perché mette a disposizione strumenti estremamente efficaci per aumentarne la visibilità. Ovviamente, alle risorse messe a disposizione da Instagram va affiancata una buona strategia comunicativa e la produzione di contenuti di qualità, altrettanto indispensabili per una buona riuscita di un progetto.

Lorenzo Ferri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X