Le 10 tecniche che utilizzano la televisione e i mezzi di comunicazione per persuaderci

Che si parli di una big fra le aziende di comunicazione, o di un semplice supermercato, il marketing penetra nelle nostre vite e, se utilizzato sapientemente, è uno strumento capace di animare il consumismo che, ormai, ci caratterizza.

Non servirà né scavare all’interno della tua vita né nei ricordi più reconditi per scorgere anche solo l’ombra di una di queste tecniche che di sicuro sono riuscite ad influenzarti. Non dirmi che non hai mai afferrato un pacchetto di chewing-gum durante la fila in un supermarket perché so che stai mentendo. Ormai siamo un tutt’uno con la comunicazione aziendale.

Even If

Questa prima tecnica, che tradotta diventa “anche se”, consente di far acquisire fiducia in sé stesso, facendo credere di essere sopra la media. Qualche esempio potrebbe essere: Acquista questa reflex che fa foto perfette, anche se sei negato. Si cerca dunque di far leva sulle capacità di un individuo, accrescendole e portandole al di sopra della media, con un incredibile salto di qualità.

Consistency & commitment

Fa leva sulla coerenza, specie con il passato. Ogni azienda in ogni spot, in ogni prodotto, in ogni azione, trascina con sé la loro immagine e i loro valori di marca, che non possono cambiare nel tempo, pena la perdita di credibilità. Così facendo l’intenzione è anche quella di preservare quelle che sono state le nostre scelte passate, creando continuità e fidelizzazione.

Perché

La motivazione grazie al perché riesce a rendere molto più credibile un qualunque discorso. Dà una ragione concreta alle persone per credere in ciò che dici. Inoltre, vi è la presenza della ripetizione continua di un concetto, capace di creare persuasione sulla verità e accrescere incredibilmente la percezione che ciò che si stia trattando sia corretto. La lingua è uno strumento davvero potente, anche se spesso non ci si fa caso.

Anticipazione

Tattica che ha utilizzato lo stesso Leopardi ne Il sabato del villaggio: la felicità è nell’attesa. Il trucco sta nel creare eccitamento nell’attesa di un evento. Pubblicazione di un trailer di un film al cinema; attesa nell’arrivo della data di un concerto, avere un tempo di accelerazione prima dei grandi eventi costruisce eccitazione.

Blemishing effect

Rappresenta l’idea di non esplicitare solamente gli aspetti positivi e incredibilmente vantaggiosi, ma confessare in maniera sincera anche quelli negativi, il tutto chiaramente in maniera studiata. Anzitutto vengono immediatamente descritti i pro del prodotto e successivamente i contro. Questi ultimi non devono però essere decisamente contrastanti, ma descritti come delle semplici limitazioni superflue. Così facendo il consumatore riconoscerà la sincerità e, paradossalmente, rafforzerà le qualità del prodotto.

Analogia

Immagini e analogie cooperano affinché nella mente del consumatore si crei l’immagine del beneficio del prodotto. Non sarebbe per niente efficace se all’interno di una pubblicità ci si mettesse a descrivere nel dettaglio e tecnicamente tutti gli aspetti di un bene o servizio. Le immagini colpiscono mille volte di più rispetto ad una noiosa descrizione.

Curiosity gap

Si basa sull’idea che le storie non finite creano curiosità. Una tecnica che molto spesso vediamo sui giornali: si parte con un pezzetto di informazione e successivamente si lascia un vuoto che il lettore sarà costretto a colmare con letture ed integrazioni successive. Se ci pensi anche le tecniche di click-bait sono interamente fondate su questa strategia di colmare un’informazione incompleta ma, in quest’ultimo caso, anche fuorviante.

Disrupt and Reframe

“Distruggi e riorganizza”. Un esempio lampante di questa tecnica ce lo fornì Apple all’epoca del buon vecchio Steve Jobs durante la presentazione del primissimo iPhone. L’iter prevede prima il massacro del cellulare così come tutti l’abbiamo conosciuto e, successivamente, la rivoluzione e l’innovazione del primo smartphone dell’azienda della mela morsicata, completamente reinventato.

Liking

La bellezza è tutto. Ce lo insegnano le aziende nel settore dell’automobilismo come il trittico tedesco: Audi, BMW, Mercedes-Benz. L’obiettivo è fondare i loro spot sulla bellezza assoluta del prodotto, quasi divina, e l’impressione che si vuole trasmettere è quella di sensibile affidabilità.

Prova sociale

Quest’ultima tecnica è quella sulla quale si fonda TripAdvisor, la recensione. Consiste nell’avere una prova esterna di un altro individuo nella nostra stessa situazione. La prova sociale viene costruita tutt’intorno stimolando sicurezza negli acquisti che effettuiamo.

Roberto Cerino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.