Pharma Digital Marketing. Come i social contribuiscono alla crescita delle farmaceutiche.

Il settore farmaceutico si contraddistingue da qualsiasi altra azienda sotto molteplici aspetti, ma cosa succede se a tutto questo si aggiunge una super potenza come quella insita nel mondo digitale?

Nel mercato farmaceutico, in cui la concentrazione della domanda nonché dell’offerta è molto elevata, i settori dediti alla ricerca e allo sviluppo, contribuiscono notevolmente al raggiungimento di elevati investimenti.
Quando si parla di settore farmaceutico, al giorno d’oggi, non ci si può riferire solo ad esclusivamente ad un mercato nazionale, infatti, se si prende in considerazione l’ingresso di un farmaco cosiddetto innovativo, quest’ultimo avrà rilevanza su di un mercato potenzialmente mondiale.
La svolta potrebbe riguardare la possibilità oggi per le aziende farmaceutiche di promuovere i loro farmaci da banco nonché qualsivoglia dispositivo medico senza prescrizione, sfruttando così i social media e la rilevanza, ormai acquisita, nell’ambito pubblicitario.

Da semplice comunicazione a strategia aziendale

Sono passati più di 10 anni ormai dall’avvento del social più conosciuto di tutti i tempi: Facebook, nel frattempo hanno fatto il loro ingresso anche altre piattaforme come Instagram, Twitter e LinkedIn, inizialmente sfruttati, chi più chi meno, dalle singole persone per generare connessioni tra uno o più membri di una community, e successivamente  utilizzati come vero e proprio mezzo di comunicazione per le aziende, in modo da far conoscere il proprio marchio a potenziali clienti connessi in tutto il globo.
Il web e i social in generale hanno creato un mondo, talvolta considerato parallelo rispetto a quello reale, dove sempre più persone oltre a relazionarsi con altre, si interessano, cercano notizie e spesso comprano.
Questo modus operandi non ha fatto altro che aumentare la possibilità di incrementare ipotetiche vendite e a cogliere l’occasione non ci sono solo aziende, brand e particolari marchi, infatti oggi anche le farmaceutiche riescono a farsi conoscere promuovendo i loro prodotti o realizzando campagne di sensibilizzazione verso nuove o poco chiare patologie.
Ciò su cui si deve necessariamente porre l’attenzione non sta nella quantità di post che vengono pubblicati, bensì sul tipo di relazione che si viene ad instaurare con il pubblico e purtroppo non sempre i contenuti condivisi riescono a coinvolgere tutti i tipi di pazienti.
Nel caso specifico, ovviamente vi sono delle restrizioni rispetto ad altre tipologie di aziende, tuttavia quando si tratta di:

  • Campagne di sensibilizzazione
  • Iniziative rivolte ai pazienti (previo consenso trattamento dati personali, GDPR)
  • Pubblicità

non vi sono limiti imposti dalla legge, se non quelli relativi alla tutela del consumatore.

Il paziente al centro della rete

Le aziende farmaceutiche impegnate nel Social Marketing, presentano risultati migliori nel momento in cui riescono ad instaurare un rapporto di fiducia con i loro utenti, poiché oggi siamo di fronte a consumer molto più preparati ed automaticamente esigenti, le persone sfruttano la rete per cercare informazioni soprattutto verso tematiche inerenti al mondo del Pharma.
Costruire una strategia di Digital Marketing nel settore farmaceutico non è un’impresa semplice, il maggior beneficio è certamente quello di riuscire a comunicare direttamente con il cliente finale, il rischio più grande invece, non essere pronti a nuove opportunità o a strumenti userfriendly alla portata di tutti.
Come detto in precedenza il paziente ha acquisito nel tempo molta più autonomia soprattutto nei confronti del parere medico, preferendo di gran lunga il pieno controllo della propria salute, cercando risposte online, evitando così di recarsi inizialmente da uno specialista.
Oltre questo, anche i classici ruoli medico-paziente stanno mutando, infatti il primo ha generalmente sempre meno tempo per il secondo e quest’ultimo preferisce cercare in maniera indipendente eventuali informazioni per poi proporle al medico durante l’effettiva visita.
Ad oggi nel Pharma si adotta una politica denominata “Beyond the pill” basata sul reale bisogno del consumatore, identificando tutte quelle attività svolte nei confronti degli stakeholders, al di là del farmaco stesso, andando ben oltre la semplice pubblicità del prodotto, si parla ad esempio di disease awareness.
Per comprendere quale sia effettivamente la giusta linea da seguire è necessario:

  • Individuare il tipo di cliente che si vuole raggiungere.
  • Stabilire il target.
  • Creare awareness.

Generalmente i clienti che visitano siti, blog, pagine gestite da Pharma, sono in cerca di opinioni esperte, contenuti in grado di indirizzarli verso decisioni apparentemente prese in maniera autonoma, risorse, istruzioni.

Seguire l’innovazione per essere più competitivi

Le aziende che comprendono l’importanza del digitale, acquisiscono quel tanto ricercato valore aggiunto, dare i consigli giusti al momento giusto è necessario per una buona strategia Pharma Digital Marketing, come del resto, risulta ormai fondamentale curare anche il tipo di comunicazione, creando contenuti adatti al messaggio che si vuole trasmettere, arricchendo il tutto con immagini, video, grafiche prevedendo anche delle aree dedicate ai processi di interazione “istantanea” come il Forum.
Secondo lo studio dei dati raccolti dall’IMS (Institute for Helthcare Informatics), nel 2018:

  • Oltre il 70% degli utenti presenti nel mondo di internet cerca online metodi terapeutici in relazione ad effetti collaterali
  • Oltre il 40% naviga sui social media per informarsi su questioni di salute
  • Il 25% discute online di problemi di salute
  • Il 20% è iscritto ad almeno un forum

La figura dell’Influencer in questo caso non ha un ruolo marginale come si potrebbe pensare, al contrario, il parere reale di persone che hanno avuto un problema di salute o che hanno approvato determinate cure a discapito di altre, può avere un’importanza notevole per tutti gli utenti che si ritrovano a dover affrontare una situazione simile.
Per qualsiasi tipo di utente poi, adulto, giovane o anziano che sia, il web risulta essere lo strumento più rapido per acquisire informazioni, allo stesso tempo però qualsiasi Pharma Digital Marketing che si rispetti deve obbligatoriamente basare i propri contenuti sulla trasparenza, autenticità e conformità rispetto alle linee guida imposte dal Ministero della Salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X