Rebranding BMW: dopo oltre 20 anni cambia la famosa “elica”.

Una scelta di comunicazione che rispecchia la necessità di cambiamento indirizzata verso l’elettrico, un ammodernamento del logo in vista dell’ampliamento di gamma.

Il nuovo design del marchio, rivisto e aggiornato, pone il cliente al centro di tutte le attività. Ridotto, con contorni chiari che rompe totalmente con il passato, vuole trasmettere maggiore chiarezza e l’effetto trasparenza del logo è un messaggio inequivocabilmente rivolto ai consumatori ad unirsi al mondo BMW. Il nuovo logo sarà presente sulla comunicazione di tutti i brand del costruttore tedesco.

La storia di un marchio che affonda le propri radici nel mondo dell’aeronautica

La storia della Bayerische Motoren Werke (fabbrica bavarese di motori) ha avuto inizio nel 1917. Essa nacque da una modifica della ragione sociale passando dal costruire motori aeronautici con il nome di Rapp Motorenwerke, alla costruzione di motori per automobili e motocicli. Era cambiato il nome, ma la catena di montaggio, il capitale e il personale erano rimasti gli stessi. Quando la BMW venne registrata nel lontano 1917, l’azienda non aveva ancora un logo aziendale addirittura le prime pubblicità della casa non riportano alcun simbolo o emblema. BMW voleva esprimere la sua identità geografica anche nel logo utilizzando i colori identificativi della regione bavarese quindi i quattro quadranti rappresentavano a pieno lo Stato Libero di Baviera.

Il mito dell’elica e l’implicazione pubblicitaria

Durante la centenaria storia del marchio si è andato scolpendo un mito, quello secondo il quale il simbolo (bianco e blu) in realtà rappresenti un’elica in movimento. Come mai? Il mito dell’elica BMW nacque durante una pubblicità del 1929 si mostrava un aereo con il logo della casa rappresentato all’interno di un’elica che ruotava. L’idea dell’elica era perfetta per la pubblicità della giovane azienda poiché illustrava chiaramente le radici e le competenze dell’azienda in campo aeronautico.

Nel 1942 BMW adotta definitivamente come marchio commerciale per tutti i suoi prodotti, quella che ormai era diventata l’elica bavarese. Una pubblicazione della casa stessa conteneva un articolo con una bella immagine dell’elica che ruotava: la storia del logo BMW nasce quindi da una leggenda che vive ancora oggi. “Per molto tempo, BMW stessa non si è preoccupata di confutare questa leggenda”, racconta Fred Jakobs di BMW Group Classic. La variante con l’elica del logo  non è quella corretta, ma essendo presente nella storia del marchio da quasi un secolo, è ormai entrata a far parte dell’immaginario a tal punto che rappresenta il marchio BMW in tutto il mondo.

Più di un semplice restyling: il nuovo logo rappresenta la svolta elettrica

Il lancio globale del nuovo design del logo era previsto al salone di Ginevra – poi annullato per gli effetti del coronavirus– il 3 marzo scorso. L’implementazione è prevista a livello globale in cui il precedente logo verrà sostituito nella comunicazione del marchio e negli eventi internazionali.

Mantiene la classica elica bianca e blu affiancata dal nome del costruttore, quello che cambierà è l’anello di contorno, ora trasparente, a differenza di quello introdotto nel 1997 in cui si presentava in una colorazione nera.

Il cambiamento riflette dunque la transizione di BMW verso un mondo in cui l’automotive sia basata sui nuovi motori ad emissioni zero. Il nuovo logo per la comunicazione evoca apertura e chiarezza”, spiega Jens Thiemer, Responsabile Clienti e Marchio di BMW. “Con questa nuova versione trasparente vogliamo invitare i nostri clienti a diventare sempre più parte del mondo BMW. Inoltre, il nostro nuovo brand design è orientato alle sfide e alle opportunità della digitalizzazione per i marchi aziendali. Con un’estetica discreta e una veste grafica flessibile ci prepariamo per la molteplicità di canali e touchpoint di comunicazione nei quali BMW in futuro potenzierà la sua presenza, sia online che offline. Lo speciale logo dedicato alla comunicazione simboleggia il significato e la rilevanza del marchio per il futuro della mobilità e del piacere di guida.” (Da bmw.com)

Un nuovo logo per BMW quindi che sarà presente nella comunicazione online e offline ma non sui veicoli e nelle concessionarie (per il momento). Una decisione presa per ragioni legate ai cambiamenti imposti dalla comunicazione – sempre più digitale – e dalla tecnologia, che vede l’industria automobilistica impegnata nella svolta green.

Ferdinando Margiotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X