Ringo sbagliato: un esempio di digital marketing con Maccio Capatonda come protagonista

Un prodotto che nasce sbagliato e si rivela un successo! Quanto lavoro c’è alle spalle della campagna pubblicitaria del biscotto?

Una sezione del digital marketing è la promozione di prodotti attraverso il web, la strategia alla base permette alle aziende di pubblicizzare ciò che più gli conviene attraverso i canali social. Vengono ampiamente utilizzati i digital advertising, vale a dire le pubblicità online. Questa è l’ultima strategia adottata anche da Pavesi nel pubblicizzare il biscotto Ringo Sbagliato.

Che cos’è il digital marketing?

Il digital marketing utilizza canali web per sviluppare “la propria rete commerciale”. Si tratta di uno strumento importante per le aziende che include competenze nel campo del web. Il digital marketing può essere uno strumento utilizzato singolarmente o affiancato ad altre strategie tradizionali adottate dall’azienda, ma se si parla di un e-commerce si tratta dell’unico strumento utile ad attirare clienti. È un mezzo del quale non se ne può più fare a meno e l’uso cresce molto velocemente, in questo campo le informazioni e gli strumenti di cui ci si può avvalere sono:

  • Advertising: nonostante sia sempre più ampio l’uso degli ad blocker, nati per arrestare il marketing invasivo, oggi i brand per farsi notare creano pubblicità che non invadono la libera navigazione degli utenti e che si mischiano perfettamente col sito che si sta visitando.
  • Big data: sempre più facili da gestire, sono una miniera d’oro per il marketing.
  • Experiences in 3D: permettono al cliente di vivere esperienze sempre più intense in prima persona, permettendogli di sentirsi sempre più coinvolto nel mondo dell’azienda.
  • Social media: i canali di comunicazione che permettono alle campagne dei brand di raggiungere sempre più persone.

Nel settore del digital marketing le figure ricercate dalle aziende sono molte e varie: esperti di marketing, informatici, esperti di comunicazione trovano il loro posto in questo campo. Una figura nuova e importante è sicuramente quella del digital marketing manager che coordina e gestisce il team e la creazione di una campagna pubblicitaria efficace. Si tratta di un esperto nel settore, competente nel campo del web design e dei social network.

Ringo sbagliato

L’azienda produttrice di Ringo, il celebre biscotto bicolore bianco e nero, ha proposto una nuova versione monocolore del prodotto, proponendo una versione dei biscotti ripieni di crema solo al cacao. La tipologia nuova e inedita del biscotto ha procurato al prodotto l’aggettivo sbagliato. Per lanciarlo il brand sta utilizzando una campagna pubblicitaria ironica che ha per tema, appunto, lo sbaglio. Come protagonista del progetto è stato scelto il celebre comico Marcello Macchia, in arte Maccio Capatanda, che nelle ultime settimane ha pubblicato vari video sul suo canale Instagram in cui ha pubblicizzato il prodotto in modo meno che convenzionale. Il comico ha girato come protagonista e regista una miniserie. Ogni puntata ha come tema lo sbaglio che è un tema che caratterizza molto Maccio, come lui stesso ha affermato in una celebre “conferenza stagna”: “lo sbaglio è una condizione che mi caratterizza pienamente, vengo continuamente perseguitato dagli sbagli durante tutta la mia vita”.

Le campagne pubblicitarie dalla nascita di Ringo

Pavesi è un azienda che produce biscotti e non solo, per lanciare il suo nuovo prodotto Ringo Sbagliato ha avviato una campagna pubblicitaria attraverso il solo digital marketing. Il biscotto prende il nome da Ringo Starr, figura celebre tra i giovani negli anni sessanta, periodo in cui è stato lanciato il prodotto che è stato poi pubblicizzato utilizzando come tema l’integrazione e la multi etnicità. Negli anni ottanta, in seguito all’adozione dei Ringo Boys negli spot, i temi già adottati sono stati integrati allo sport. Varie celebrità hanno preso parte alle campagne pubblicitarie tra le quali c’è stato Stephan El Shaarawy. Col tempo il marketing del prodotto si sta adattando ai nuovi ritmi dettati dalle nuove tecnologie, non è più efficace la sola pubblicità in televisione, bisogna raggiungere anche i canali web attraverso cui si possono raggiungere i giovani. Il marketing del nuovo prodotto ha stravolto in poco tempo le abitudini tradizionali dell’azienda, il lancio ha visto come protagonista una figura tutta diversa da quella dello sportivo, ma che è riuscita a valorizzare al meglio il prodotto.

Giuseppina Napolitano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X