WhatsApp business: l’aggiornamento della piattaforma e le nuove funzioni utilizzabili dagli utenti

La nuova versione dell’app di Zuckerberg che attraverso le nuove funzioni permette alle aziende di creare profili più professionali e di migliorare il proprio business.

L’arrivo dell’aggiornamento è stato annunciato da Facebook, saranno introdotte nuove funzioni che vanno incontro alle esigenze delle aziende e permettono di velocizzare il passaggio delle informazioni. Questo permetterà a Facebook di evitare che l’utente sia reindirizzato all’esterno dell’applicazione e poi verso l’e-commerce del venditore, mantenendo così gli utenti all’interno dei propri servizi. Una volta creato il catalogo questo può essere inviato a tutti i clienti.

Le app di Zuck.

La novità introduce l’opportunità di migliorare l’esperienza dei clienti e permette alle aziende di innovarsi. Il nuovo aggiornamento della versione beta di Whatsapp Messenger che conserva la schermata di avvio scura e permette nuove operazioni con gli account collegati dell’utente, da la possibilità di collegare l’account a servizi come Facebook o altri social. Da sempre Zuckerberg cerca di monetizzare le proprie piattaforme e da quest’anno sembra essere sulla buona strada per riuscirci attraverso le nuove funzioni apportate a WhatsApp business. Oltre alla funzione ‘catalogo’ che sembra “la vetrina di un vero e proprio e-commerce in miniatura e permetterà al venditore di inserire foto di prodotti in evidenza”, sull’app è possibile inserire il link che rimanda direttamente al sito del venditore su cui poter tracciare gli articoli già selezionati. Sia la versione classica che quella aggiornata di WhatsApp business sono gratis ed inoltre permettono di filtrare facilmente gli spam. Tutte le versioni supportano la versione desktop dando la possibilità di gestire gli affari comodamente dal proprio computer.

La funzione catalogo.

Per permettere alle piccole attività di vendere i propri prodotti con semplicità, WhatsApp ha aggiunto delle novità alla propria versione beta. I cataloghi sono accessibili attraverso un profilo business e gli acquirenti possono controllare i dettagli dei prodotti ed i loro prezzi. Questo dettaglio faciliterà le vendite ed accorcerà le trattative tra i venditori ed i consumatori. Ogni prodotto è descritto ogni minimo particolare, i cataloghi sono ‘stoccati’ nel cloud in cui vengono conservati i dati sia delle aziende che ne fanno uso, sia di chi compra. Le novità dell’app danno un aria più professionale anche alle aziende più piccole, permettono agli imprenditori di raggiungere i propri clienti sullo smartphone, espandendo il potenziale del loro business. L‘app rappresenta uno strumento fondamentale per le aziende oggigiorno, durante un’epoca in cui gli acquisti vengono effettuati perlopiù online o via smartphone tant’è vero che WhatsApp business conta già circa 5 milioni di utenti. La nuova versione della’app include inoltre un nuovo design in linea con le necessità del venditore, ovvero delle chat dove è possibile generare delle risposte automatiche per permettere risposte più veloci ai messaggi. Anche l’aspetto della privacy viene valorizzato: come ricorda Infobip,“la crittografia end-to-end dell’API di WhatsApp Business garantisce che i messaggi inviati dai clienti possano essere letti solo dalle aziende con cui stanno comunicando”.

WhatsApp

Fondata nel 2009, WhatsApp Messenger è un’applicazione di messaggistica istantanea che dal 2014 fa parte del gruppo Facebook. Al momento dell’acquisto Zuckerberg stesso ha dichiarato che la sua idea è quella “di sviluppare un gruppo di servizi Internet di base che sarebbe gratuito da usare – un 911 per Internet-. Questi potrebbero essere un servizio di social network come Facebook, un servizio di messaggistica, forse ricerca e altre cose come il tempo. Fornire un insieme di questi gratuitamente agli utenti funzionerà come un tipo di droga di accesso – gli utenti che potrebbero essere in grado di permettersi servizi dati e telefoni in questi giorni non vedono semplicemente il motivo per cui dovrebbero pagare per tali servizi dati. Ciò darebbe loro un contesto per il motivo per cui sono importanti, e questo li porterà a pagare per più servizi come questo – o almeno così spera”. Dopo anni di successo della piattaforma, nasce la versione business che, oltre ad essere dotata delle funzioni già descritte, permette agli utenti di tenere sotto controllo le performances di quello che offrono attraverso una sezione dedicata alle statistiche sulla messaggistica, ossia dati metrici sul numero dei messaggi inviati, consegnati e letti. Attualmente l’aggiornamento è disponibile sia per dispositivi Android che per iPhone solo in pochi Paesi, ma si spera che dal 2020 le nuove funzioni saranno utilizzabili anche dagli utenti italiani.

Giuseppina Napolitano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it Italiano
X